A Novembre Catania sarà rappresentante del Mediterraneo per l'Europa

Nel capoluogo etneo il vertice dei ministri dell'Istruzione Ue

27 agosto 2003
E’ tutto definito per il vertice dei ministri dell’Istruzione superiore dell’Unione europea e dei Paesi del Mediterraneo che si terrà a Catania i prossimi 7 e 8 novembre, organizzato nell’ambito del semestre di Presidenza italiana dell’Ue.
A fine luglio sono stati, infatti,  precisati i contenuti operativi della manifestazione che vedrà la partecipazione di oltre cento tra Ministri, rettori, diplomatici, rappresentanti della Commissione Europea Istruzione e Cultura, dell’Unesco e dell’Associazione delle Università Europee e che porterà alla stesura di un documento finale sulla costituzione di una rete mediterranea di Scuole Superiori, in aree di formazione e ricerca considerate prioritarie dai diversi Paesi, caratterizzato da uno stretto collegamento con i centri di eccellenza della formazione superiore in Europa.

La segreteria organizzativa dell’Università di Catania, incaricata dal Ministro Letizia Moratti di curare gli aspetti logistici dell’evento che si svolgerà presso il Complesso dei Benedettini, lavora nel frattempo alacremente ed in continuo contatto con Roma per mettere a punto i dettagli della manifestazione che, nelle intenzioni della Moratti, dovrà divenire uno dei "biglietti da visita" più importanti del Semestre italiano.

Sul tavolo c’è infatti il tentativo concreto di allargare lo "spazio" europeo dell’istruzione superiore all’intera area mediterranea, così come previsto dalla Dichiarazione di Barcellona del 1995: "L’obiettivo è quello di sviluppare le risorse umane – spiega il rettore Ferdinando Latteri –, promuovendo la comprensione tra le culture ed il riavvicinamento dei popoli in questa regione geografica, attraverso lo strumento della cooperazione scientifica e tecnologica". La città etnea in questo senso è stata considerata dal Ministero la sede ideale per ospitare l’evento, potendo vantare la sua Università un impegno riconosciuto nei settori della ricerca e della formazione e per l’internazionalizzazione del sistema formativo, la costruzione di un modello "virtuoso" di rapporto con le imprese del suo territorio e, soprattutto, una serie di iniziative di dialogo scientifico e culturale intraprese e potenziate in questi ultimi anni nei confronti dei Paesi del Maghreb.

L’ultima, in ordine di tempo, è proprio la costituzione – ormai prossima – del Politecnico del Mediterraneo, promossa in sinergia con i governi nazionale e regionale e con gli altri due Atenei siciliani, destinata a divenire la prima tappa verso la nascita di un’unica grande (e più competitiva) "Università della Sicilia", articolata nelle tre sedi tradizionali. Ma a Catania si parlerà anche di come garantire l’assistenza per la ristrutturazione dei sistemi educativi e formativi di livello superiore dell’Europa dell’Est e dei Paesi del Mediterraneo e delle strategie per incrementare la mobilità di studenti e docenti dall’Ue verso le aree interessate ed al tempo stesso la partecipazione di studenti extracomunitari ai programmi di formazione dell’Unione europea.

Infine, sarà dato il via alla realizzazione di una piattaforma tecnologica comune per attivare un sistema di apprendimento a distanza (e-learning) e di formazione permanente, alla nascita nell’area mediterranea di un network di Centri di alta formazione e ricerca (con una forte presenza di docenti e ricercatori europei) e di una biblioteca virtuale del Mediterraneo che renda possibile la fruizione allargata dei testi fondamentali della letteratura nei vari settori del sapere. L’appuntamento di Catania rappresenterà quindi una chiave di volta per dar vita una stretta rete di cooperazione tra l’Unione europea e l’altra sponda del mare nostrum, con la Sicilia, la città etnea ed il suo "Siculorum Gymnasium" a fare da ponte.

Fonte: AGE

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 agosto 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia