Ad Auckland, in Nuova Zelanda, si beve il Passito di Pantelleria

26 gennaio 2002
Crescono le esportazioni di vino siciliano in tutto il mondo.

Gli ordini provenienti dalle più disparate parti del mondo fioccano sui tavoli delle aziende siciliane.

L'ultimo dato riguarda l'azienda Pellegrino di Marsala che punta a raddoppiare l'esportazione di bottiglie, circa 100 mila, in uno dei mercati più lontani: la Nuova Zelanda.

In questo paese la Pellegrino, nel 2001 appena concluso, ha spedito oltre 60 mila bottiglie e punta quasi al raddoppio.

Cosa bevono a Wellington e ad Auckland, le città più importanti della Nuova Zelanda?
"Rossi soprattutto - spiega il responsabile dell'azienda marsalese - tanto che il 60 per cento dei vini esportati è rappresentato da questa tipologia. In misura minore comunque c'è spazio per i bianchi da tavola e anche per il Marsala e per il passito di Pantelleria. Una domanda di mercato che noi possiamo soddisfare. Tutto il Paese conta meno di quattro milioni di abitanti ma c'è molta attenzione per il vino, soprattutto quello di qualità. Tanto che quest'anno potenzieremo il quantitativo da esportare".

L'azienda marsalese ha anche sponsorizzato ad Auckland il festival del cinema italiano che si è tenuto nei mesi scorsi.
La Pellegrino ha chiuso il 2001 con un fatturato complessivo di 14 milioni di euro di cui 10 ottenuti dalle vendite all'estero e con un incremento complessivo sul volume d'affari di circa il 20 per cento rispetto al 2000.

Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 gennaio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia