Cefalù (PA), e altre venticinque citta siciliane, aprono le porte a ''Le vie del Medioevo''

Un progetto della società Euromondi, per vaolrizzare i castelli e i borghi medioevali del circuito regionale

22 ottobre 2003
Il Comune di Cefalù ha aderito al progetto "Le vie del Medioevo", proposto dalla società Euromondi (organizzazione, nata in Gran Bretagna, non governativa e no-profit per la promozione degli scambi culturali internazionali, che si avvale di un net work di 13 paesi europei membri).
Un’iniziativa nata con l’obiettivo di istituire e valorizzare il circuito regionale dei castelli e dei borghi medievali siciliani, presentata per i finanziamenti del Por Sicilia 2000-2006.

Venticinque le città siciliane coinvolte tra queste: Castelmola (Me), Noto Antica (Sr), Erice (Tp), Sperlinga (En), Geraci Siculo, Castelbuono (PA), Randazzo (Ct) e Modica (Rg).

"Lo sviluppo turistico – ha detto il vice sindaco Roberto Corsello – passa dalla promozione del territorio ed in questo caso dalla valorizzazione e creazione di un circuito dei borghi medievali e dei castelli che può accrescere e diversificare l’offerta turistica".

Verranno realizzati grandi e piccoli eventi dalle parate medievali, a rassegne di poesie, eventi gastronomici, teatro e mostre sul medioevo.

Fonte: Siciliatravel

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 ottobre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia