Come Andrea Camilleri fa diventare siciliano il sangue di Shakespeare

In scena i testi del grande scrittore inglese rielaborate in chiave siciliana

14 dicembre 2003
E' già in libreria il testo edito da Lombardi che li raccoglie. ''Questo libro è la punta dell'iceberg del lavoro di tante persone che dimostrano come la Sicilia si muova. - ha detto Camilleri durante la conferenza stampa di presentazione del libro - I libri di teatro come quelli di poesia in Italia non si vendono, spero però che l'editore riesca a pareggiare le spese e spero che anche la Sicilia riesca almeno a pareggiare il conto fra quello che ha dato e quello che ha ricevuto''. La raccolta contiene ''Il birrario di Preston'', successo editoriale come romanzo e portato in scena a Catania nel '99; ''Troppu trafficu ppi nenti'', riscrittura in siciliano dell'opera di Shakespeare ''Troppo rumore per nulla''; e ''La cattura'', teatralizzazione della novella di Pirandello interpretata sul palcoscenico dall'attore catanese Turi Ferro, morto due anni fa.

Alla domanda se sia stato più difficile la trasposizione dai romanzi di Montalbano alla fiction o quella dal romanzo ambientato a Vigata nel 1800 a testo teatrale, Camilleri non ha dubbi: ''E' sempre più difficile scrivere per il teatro, inoltre qui si trattava di una trasposizione che doveva rispettare in tutto e in toto il romanzo, ci sono stati un po' di problemi ma penso che siamo riusciti a superarli dato il grande successo che ha avuto lo spettacolo''. La trasposizione siciliana di ''Troppo rumore per nulla'' nasce invece come un gioco, uno scherzo fra Camilleri e il regista e suo coautore Giuseppe Dipasquale. L'idea venne loro dalla notizia che uno studioso messinese, in seguito ad alcune ricerche, aveva scoperto che William Shakespeare era in realtà siciliano, che era dovuto scappare attraverso l' Europa per un mandato di cattura che pendeva sulla sua testa e che, arrivato a Stratford, era stato accolto da una famiglia di commercianti. La casa editrice siracusana Lombardi inaugura con quest'opera una nuova collana dedicata al teatro, il cui prossimo titolo è la riedizione di ''Il golfo mistico'', la biografia del compositore e direttore d'orchestra palermitano Gino Marinuzzi scritta dalla figlia.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia