Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Contro il carovita una vita Low Cost. Occhio ai prezzi e alle occasioni di risparmio

Quando il risparmio entrò a far parte della scala dei valori...

24 settembre 2004

Carovita, stangate, aumento dei prezzi selvaggio, liberalizzazione del mercato spietato! In poche parole NON SE NE PUO' PIU'!
Se non si è ricchi imprenditori, nababbi indiani o contrabbandieri internazionali di armi, arrivare alla fine del mese senza aver fatto sostanziali salti mortali è veramente diventato impossibile.
Quale la soluzione? Darsi alla malavita? Non scherziamo! Sicuramente quella di risparmiare in tutti i modi e far entrare a pieno titolo il risparmio nella scala dei valori più importanti.
Quindi, spese all'outlet (dispacci aziendali, ingrossi) e al discount, la lavatrice e il telefono usati di notte, medicinali generici, benzina solo al self service, la lavanderia rigorosamente mono-prezzo, i viaggi esclusivamente last minute prenotati su Internet e con compagnie low cost.
La crisi economica e l'impennata dei prezzi hanno sconvolto le abitudini d'acquisto di tanti italiani, che continuano però a non saper rinunciare a ciò che desiderano.
In questa maniera hanno fatto breccia nei cuori dell'italica gente strutture innovative come gli outlet e i discount per gli acquisti di tutti i giorni e si sono fatti largo comportamenti nuovi nella fruizione dei servizi.

Analizzando questi nuovi comportamenti un'inchiesta dell'Ansa ha tracciato una sorta di mappa per la sopravvivenza del consumatore-tipo con molte tentazioni, ma dal budget limitato.
Partendo dal classico paniere Istat, che rappresenta più o meno tutto ciò su cui spende la famiglia standard, l'Ansa ha messo a confronto per le varie voci il prezzo medio di riferimento e quello che possono spuntare i maniaci del low cost: il risultato è un risparmio anche del 50%.

Alimentari e bevande. Questo è uno dei settori dove più facile è trovare occasioni di risparmio. In particolare sono gli hard discount a offrire gli sconti più consistenti, con risparmi che, anche secondo una recente indagine di Altroconsumo, si aggirano sul 20-30% rispetto a un supermercato tradizionale, dove si può comunque spendere meno puntando sui prodotti a marchio proprio e sui cosiddetti 'primi prezzi'.

Bevande alcoliche e tabacchi. Per quanto riguarda le prime vince ancora la grande distribuzione, mentre per le seconde c'è poco da fare, il prezzo è uguale ovunque: a meno di privilegiare marche nazionali, che costano meno di quelle estere.

Abbigliamento e calzature. Il periodo dei saldi, quando i ribassi vanno in genere dal 20 al 40% è il più indicato per lo shopping. Ma anche i nuovi outlet sono assai convenienti: in genere il risparmio è del 30% rispetto alle normali boutique, ma si possono trovare articoli di campionario ancora più economici. Quanto alla pulizia dei capi, tassativo affidarsi a lavanderie automatiche o a quelle che praticano il mono-prezzo.

Abitazione, acqua, elettricità, combustibili. Spendere meno sulla casa, a parte un generico comportamento improntato al risparmio con pochi sprechi e molta attenzione, è difficile. Per abbassare i consumi elettrici, tuttavia, sono state da poco lanciate le tariffe biorarie, che consentono risparmi fino a 48 euro l'anno privilegiando per l'uso di elettrodomestici la notte e i week end, ma per ora sono limitate solo ad alcune categorie.

Mobili, arredamento, sevizi per la casa. Con gli elettrodomestici a basso consumo energetico un piccolo risparmio è assicurato, mentre nei servizi per la casa (in cui rientrano detersivi e quant'altro) è di rigore scegliere il discount.

Servizi sanitari e spese per la salute. La svolta è arrivata con i farmaci generici, medicinali con lo stesso principio attivo e la stessa efficacia terapeutica di quelli 'griffati', ma con un costo inferiore del 20-30%.
Trasporti. E' da questo settore che chi ha deciso di vivere al risparmio trae le maggiori soddisfazioni. Il concetto di low cost è nato proprio qui: basti pensare ai voli o alle tratte marittime a 1 euro, ma anche ai biglietti ferroviari scontati se il viaggio avviene in determinati giorni della settimana. Da poco è stata lanciata sul mercato l'automobile low cost, con un costo di appena 5mila euro. Risparmi sono possibili anche alla pompa di benzina: chi vive low cost si serve solo al self service, dove spende circa il 2% in meno.

Comunicazioni. Le offerte delle compagnie telefoniche consentono risparmi di ogni tipo a seconda dell'orario della telefonata, ma esiste anche la possibilità di telefonate del tutto gratuite in alcuni momenti della giornata. Il low cost ha fatto breccia anche qui, con videofonini e telefonini più spartani ma anche più economici, a prezzo dimezzato.

Ricreazione, spettacoli, cultura. Il cinema a metà prezzo in alcuni giorni e orari, le promozioni di libri o i libri tascabili (a volte costano anche la metà rispetto all'edizione a copertina rigida), la lettura online dei giornali: sono queste solo alcune delle possibilità di risparmio. In questo settore figurano anche le vacanze: il sistema migliore per andare dove si vuole spendendo meno è quello di scegliere i periodi di bassa stagione, oppure puntare sulle offerte last minute.

Istruzione. Chi vive low cost ovviamente privilegia la scuola pubblica a quella privata. Ma si salvano parecchi soldi anche scegliendo quaderni, penne e zaini della precedente stagione, in vendita negli outlet.

Alberghi, caffè, ristoranti, bar. Per gli alberghi vale il ragionamento della bassa stagione o del last minute, mentre per gli altri esercizi le occasioni di risparmio sono limitate.

Altri beni e servizi. In questo capitolo rientrano per esempio le assicurazioni. Scegliere le compagnie che operano su Internet o telefonicamente in genere consente qualche risparmio.

Fonte: ANSA

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 settembre 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE