Dopo Caltagirone anche Marsala vuole diventare capoluogo

19 settembre 2002
Il presidente del Consiglio comunale di Marsala, prendendo spunto dal "caso" Caltagirone, ha lanciato la proposta di avviare l'iter per la trasformazione della città in capoluogo di provincia.

"Con tutto il rispetto per Caltagirone - ha detto il presidente del Consiglio comunale di Marsala - la nostra città, per storia, importanza economica, sociale e politica, nonchè per numero di abitanti, 82 mila circa, io credo possa vantare maggiori titoli".

Di rilievo, soprattutto, il passato storico della città, che durante i diversi secoli di dominazione romana (il suo nome era allora Lilybeo) fu capoluogo aministrativo e giudiziario dell'intera Sicilia.

Qui, tra l' altro, nel 76 avanti Cristo, iniziò la sua carriera in magistratura Marco Tullio Cicerone, che proprio durante tale incarico scrisse le famose "Verrine", duro atto d' accusa contro l'allora governatore romano dell'isola Gaio Verre (anch' egli aveva la sua sede a Lilybeo) che poi gli costò la vita.

"Nel progetto Marsala capoluogo di provincia - dice il presidente - coinvolgeremo prima tutte le forze politiche, sociali ed economiche della nostra città, ma credo che tutti saranno d'accordo, e poi alcuni Comuni vicini. E' una battaglia che vale la pena di combattere, con forza e determinazione".  

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia