Due scuole ''adottano'' il processo e ripercorrono il calvario di Don Pino Puglisi

20 aprile 2002
Si tratta di due scuole superiori di Palermo: l'Iti Volta e il Liceo scientifico Basile.

Il processo, invece, è quello che vede imputati i boss di Brancaccio per le intimidazioni ai collaboratori di don Giuseppe Puglisi, il parroco brutalmente ucciso nel '93 per il suo impegno civile nel riscattare il quartiere palermitano dal degrado e dal giogo mafioso.

A ogni udienza che si celebra alla quinta sezione del tribunale sono presenti le delegazioni delle due scuole palermitane: cento ragazzi che in questi mesi stanno ripercorrendo, con i loro docenti, l'itinerario di impegno del parroco di Brancaccio.

Don Pino Pugliesi era un prete di borgata che faceva paura ai clan perché, con la forza della parola, era riuscito a strappare i giovani dalla criminalità organizzata per avvicinarli alla solidarietà e al dialogo.

A seguire il processo insieme agli studenti ci sono anche i rappresentanti di associazioni e movimenti. Tra le varie adesioni all'iniziativa, di altissimo valore educativo, anche quella dell'Associazione Radio Aut, in un ideale gemellaggio fra il processo Puglisi e quello per l'omicidio di Peppino Impastato.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia