Emergenza Etna, le aziende Hi-Tech siciliane reagiscono bene

05 novembre 2002
Nessuna battuta d'arresto per l'Etna Valley Open Community Project; sebbene il nostro amato vulcano abbia fatto di tutto in questi ultimi giorni per rendere la vita difficile a chi gli vive accanto, le attivita' del progetto stanno continuando a ritmo elevato in vista dell'imminente appuntamento con SMAU Sicilia di meta' Novembre.
 
I continui terremoti e la pioggia di fuliggine rendono piu' difficile l'operato delle aziende dell'Etna Valley, in special modo quelle appartenenti alla 'filiera della microelettronica', ma allo stato attuale non si registrano ingenti danni strutturali al comparto anche se non e' possibile ancora quantificare i danni economici di lungo periodo.
 
Si rende quindi indispensabile accelerare i tempi sul riconoscimento del comprensorio hitech dell'Etna Valley come 'Distretto Industriale' vero e proprio e quindi sulla realizzazione delle necessarie infrastrutture a supporto.
 
La Global Communication in stretta collaborazione con l'Istituto Siciliano Studi Ricerche e Formazione sta attivando in questi giorni una serie di partnership strategiche atte a favorire il consolidamento delle attivita' legate all'Etna Valley Open Community Project nel piu' breve tempo possibile.
 
Una nota di solidarieta' ai propri conterranei viene espressa da Carmelo Cutuli, responsabile del progetto e fondatore del portale Etna On Line, che dichiara ''Siamo vicini con il cuore a coloro i quali hanno subito danni ingenti a causa delle scosse telluriche ma e' in queste situazioni di emergenza che lo spirito indomito dei siciliani si  risveglia e reagisce in maniera positiva.

Noi siamo abituati  alle difficolta', siamo abituati a rialzare il capo e ricominciare anche da zero, se necessario, purche' la nostra terra diventi quello che merita di essere, il punto di riferimento
 Ideale , il serbatoio vitale di quell'Italia che vuole vedere oltre i momenti contingenti.

Condividiamo il dolore delle altre zone colpite piu' di noi dai gravissimi eventi di questi giorni ed esortiamo anche loro a guardare avanti perche' la vita, in qualche modo, continua e spetta a noi cercare di renderla migliore.''

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 novembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia