Etna: nasce il Distretto della lava, per promuovere l'immagine complessiva del territorio

01 febbraio 2002
Sono ventidue i comuni etnei che hanno aderito alla sezione "Distretto della lava" del progetto Lodis, finanziato dall'Unione europea.

L'obiettivo del progetto è il coordinamento delle azioni operative dei singoli centri per una promozione culturale e turistica unitaria ed omogenea, finalizzata ad uno sviluppo socio-economico organico delle popolazioni.

Alle singole amministrazioni comunali è richiesto di recepire il progetto europeo nell'ambito dei loro piani e programmi di intervento nei comuni, a partire dalla realizzazione dei cartelli stradali, dei depliant, dell'arredo urbano, delle pubblicazioni dedicate a turisti e visitatori, e poi di sagre, di locali, di spettacoli e festival popolari.

Nell'ambito di questo progetto è già stato realizzato un libro, "Le case di lava", che approfondisce il tema dell'uso in architettura del pietrame lavico, come elemento di identità per gli agglomerati urbani e rurali del territorio etneo.

Il patrimonio in comune dei comuni etnei è veramente vasto: va, appunto, dal colore della lava in architettura, alle strutture ambientali, alle produzioni vitivinicole e della filiera agro-alimentare, alla storia, alle tradizioni, alle radici culturali.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia