Euromania ed euromaniaci: 60 truffe a Palermo

I commercianti più onesti? I venditori ambulanti

04 gennaio 2002
Denuncia dell'associazione di consumatori Codacons: a soli tre giorni dall'entrata in vigore della moneta unica europea, solo a Palermo 60 denuncie di truffe. Decine le telefonate di lamentele non solo di anziani, le vittime più frequenti di raggiri, ma da gente di tutte le fasce d'età. I commercianti più onesti? Secondo i sondaggi sono i venditori ambulanti dei mercatini rionali.

Alle spese per i raggiri e i cambi non proprio onesti dei negozianti, si aggiungono i costi dei permessi presi dal lavoro per le lunghissime code agli sportelli di banche e poste. Le operazioni più semplici come il pagamento delle bollette, i versamenti sui conti correnti sembrano essere diventati delle vere e proprie 'imprese'. Negli uffici postali di piazza Principe di Camporeale, di via Oreto, di via Costellazione e allo sportello del Banco di Sicilia di via Leonardo Da Vinci, per sedare i disordini provocati dalla calca sono intervenuti carabinieri e polizia. Nella sede centrale degli uffici postali palermitani di via Roma la fila ieri mattina era doppia rispetto al giorno prima. Qualche raro esempio di miglioramento della situazione alle poste di via Montepellegrino, dove gli impiegati sono stati costretti agli straordinari, pur di smaltire tutti i clienti.
Alle prese con le kilometriche code anche pensionati, e molti contribuenti, chiamati a ritirare le 150.000 cartelle esattoriali inviate dall'ufficio imposte.

Non sono stati risparmiati neanche i bancomat. Gli euromaniaci li hanno letteralmente presi d'assalto, ignorando spesso che solo il trenta per cento eroga Euro.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 gennaio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia