Gli olii siciliani vanno alla conquista del territorio toscano

La superficie olivetata siciliana nell'arco degli ultimi cinque anni si è decuplicata

19 settembre 2003
Gli olii siciliani conquistano gli intenditori toscani, aggiudicandosi così, le migliori posizioni nell'ambito delle Rassegne nazionali ospitate dalla XV edizione di Festambiente di Grosseto.

Ad emergere soprattutto il  segmento biologico. Secondo le stime, in Italia, sarebbero presenti circa 54.000 aziende che gravitano attorno a questo settore. Per capire la rilevanza del fenomeno basta pensare che  queste aziende utilizzano circa 1.200.000 ettari di terreno, circa il 10% del totale nazionale. La Sardegna è in cima alla classifica dei produttori con 8.300 aziende. Le cifre confermano in pieno la crescita di questo mercato. La superficie olivetata bio è, infatti, quasi decuplicata nell'arco di cinque anni. Si è passati da 6.000 ettari del 1993 agli oltre 59.000 del 1998.

Una tendenza che è continuata  anche negli anni successivi, portando la superficie coltivata ad oliveto, alla fine del 2001, a 121.363 ettari, di cui oltre 46.000 da convertire in biologico e più di 75.000 già classificabile come tale. Oggi gli oliveti bio hanno superato il 10% della superficie complessiva olivetata  nazionale.Un ottimo risultato che è destinato,comunque, a crescere sempre di più.


Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia