I Pupi Siciliani ''Patrimonio Immateriale dell'umanità''

L'Unesco riconosce il Teatro di Figura come mezzo per far viaggiare l'immaginazione

07 dicembre 2003
Finanziamenti al settore e una legge tutela. E' quanto chiesto da una delegazione dell'Atf /Agis, l'associazione dei teatri di figura e l'associazione generale italiana dello spettacolo, che ha incontrato nei giorni scorsi il ministro dei beni culturali Giuliano Urbani. L'Atf /Agis associa una trentina di compagnie professionali e famiglie di artisti distribuiti in tutta Italia e ha ottenuto, quest'anno, il primo stabile riconoscimento dallo Stato con un decreto che indica nel Teatro di Figura un'Arte autonoma, con articoli e disposizioni precise che ne definiscono diritti e competenze.

L'Atf /Agis ha sottolineato l'esiguità dei finanziamenti e consegnato al ministro, con l'intento di sottoporla poi a tutti i gruppi parlamentari, una proposta di legge, che acquisisce e fa proprio il recente riconoscimento da parte dell'Unesco dei Pupi Siciliani come ''patrimonio immateriale dell'umanita''. Il ministro Urbani - secondo l'associazione - ha espresso interesse per i vari campi di attività dei Teatri di Figura e impegnato il Ministero a considerare la possibilità di perequare il finanziamento al settore.

E mentre, quindi, si prospetta questo riconoscimento dall’Unesco proprio ai Pupi Siciliani, uno degli ultimi maestri pupari palermitani, Mimmo Cuticchio, porta in giro per l’Europa i suoi cavalieri dando lezioni di etica e tolleranza. Mimmo Cuticchio ha infatti deciso di non presentare nei sui spettacoli, le battaglie tra cristiani e saraceni. "Ho tolto le lotte tra arabi e occidentali, è giusto proporle al teatrino di via Bara a Palermo, sono memoria e devono vivere – ha detto Mimmo Cuticchio -. Ma in giro per il mondo non farò più vincere i cristiani e far saltare la testa ai saraceni. E il grande pupo che rappresenta uno dei ladroni, non si aprirà più come prima a metà, ma metaforicamente gli dovrà cadere la faccia a terra".
E a tenere alta la bandiera di ''patrimonio immateriale dell'umanità", Cuticchio andrà pure a Parigi dove proporrà il suo "Don Giovanni all'Opera dei pupi", dove è stato invitato dal Théatre des Italiens di Maurizio Scaparro.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia