Il Carnevale Barocco a Palermo, domenica il Gala in abiti d'epoca

09 febbraio 2002
Nei progetti del nuovo assessore comunale alla Cultura, diventerà una sorta di Festino d'Inverno, per attirare a Palermo, anche durante una stagione tradizionalmente "morta" per il turismo, folle di visitatori, magari da strappare al più famoso Carnevale di Venezia.

Il nuovo "antico" Carnevale Barocco di Palermo, che da quest'anno riempirà nel fine settimana le strade del capoluogo di maschere e saltimbanchi, è da accostare proprio al Carnevale di Venezia piuttosto che a quelli di Acireale o Viareggio.

Perché come quello di Venezia anche questo vuole avere un tono colto e sofisticato, a partire dai chiari riferimenti alle feste carnascialesche del periodo barocco, largamente in uso nella capitale del viceregno.

Tre giorni di allegria e feste di piazza interesseranno il centro storico e l'asse tra via Libertà, piazza Politeama e il Teatro Massimo.
E per finire, noblesse oblige, tutti allo Spasimo per il Gran Gala finale di domenica sera.

"In occasione dei festeggiamenti del 130 Carnevale Barocco a Palermo e nel ricordo di Don Pedro D'Ossuna, viceré di Sicilia, promotore del I Carnevale Barocco nell'anno 1612, sarà gradita la loro cortese presenza in costume d'epoca e con gentile maschera al volto, nella serata che si terrà allo Spasimo il giorno 10 febbraio alle ore 22".

L'invito, rivolto a tutti i cittadini, parla chiaro: domenica sera per partecipare al gala conclusivo del Carnevale organizzato dal Comune bisognerà vestirsi come si usava nel Seicento e nel Settecento.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia