Il Comune di Enna va verso il dissesto finanziario

02 dicembre 2005

La prossima riunione del consiglio comunale, prevista prima di Natale, avrà come argomento principale il dissesto finanziario.
L'approvazione a maggioranza della relazione dei revisori del mancato raggiungimento degli equilibrio di bilancio, con un disavanzo, relativo al conto consuntivo 2004, di 4 milioni e 751 mila euro, porta direttamente al dissesto finanziario per il comune capoluogo.
Una situazione finanziaria catastrofica, provocata da una dissennata gestione delle risorse economiche negli anni passati e che ora costringerà non solo il comune ma l'intera collettività ennese a subire una situazione di indigenza con risvolti economici, almeno per un paio d'anni, negativi.

Il consiglio comunale nei giorni scorsi ha vissuto sicuramente momenti ''caldi'' nella contrapposizione tra centrosinistra (maggioranza) e centrodestra (minoranza), anche perché le posizioni tra i due raggruppamenti era differenti e partivano da posizioni contrastanti.
Il centrodestra con il capogruppo di AN, Alessandro Gravina, aveva sorpreso tutti, presentando una propria relazione sugli equilibri di bilancio, relazione che è stata ritenuta non valida dallo stesso ragioniere capo. ''Questo è un giorno amaro per la città - ha dichiarato Francesco Oliva - perché si trova ad affrontare il suo momento più difficile. Non abbiamo più bisogno di artifici contabili, così come è avvenuto nei dieci anni di gestione del centro destra; alla collettività dobbiamo dire la verità, la città deve sapere quale è la reale situazione, che i bilanci passati erano soltanto fittizi. Abbiamo assunto una grave responsabilità, ma dobbiamo lavorare a tutto campo per cercare tutti assieme di eliminare, al più presto, questa pagina nera della nostra attività politico-amministrativa''.

Il dibattito, nel corso dei lavori del consiglio, venuto fuori dopo la lettura da parte del presidente Giovanni Contino, della relazione dei revisori dei conti e dell’intervento del ragioniere capo, Paolo Italia, è stato molto accesso ed ovviamente ci sono state accuse e contraccuse, poi la votazione con la relazione sul mancato raggiungimento degli equilibri di bilancio votata dal centro sinistra (17) e con il voto contrario dei resti del centro destra (appena 5).

Fonte: ViviEnna.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 dicembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia