Il contrabbasso di Giannetto con l'European Music Chamber

26 aprile 2002
…il contrabbassista si mise di fronte al leggio; appoggiato alla sua spalla lo strumento, alto quanto lui.

Sul pentagramma incise vi erano curve, punti ed altre forme geometriche che si intersecavano, libravano fuori dalle righe, costruendo nell'etere codici sonori come segnali interplanetari…

Magari questo accadrà anche a Lelio Giannetto, contrabassista palermitano impegnato sul fronte del jazz sperimentale, che, come unico musicista italiano, farà parte della European Improvising Music Chamber, in una serie di concerti in tutta Europa.

I musicisti che faranno parte di questo ensemble saranno liberi di interpretare le partiture in maniera del tutto personale, perché tale è il modo di concepire l'arte musicale per Cornelius Cardew, eclettico compositore scomparso nel 1981 e allievo di Goffredo Petrassi.

E' il senso ludico l'elemento portante della musica di Cardew; così Lelio Giannetto, impersonando il proprio contrabasso si ritroverà a… giocare, con altri bambini-strumenti in una esecuzione unica ed irripetibile, come le sensazioni e gli attimi dell'esistenza.

Prove e concerti saranno registrati per formare una compilation.

Giannetto fa una promessa al pubblico siciliano, riuscire a portare quest'incanto nell'Isola.

Il pubblico attende fiducioso, che questa sia mantenuta.
I bambini mantengono sempre quello che promettono.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia