Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il Festino di Sanata Rosalia sarà stato triste, ma sicuramente non "austero": sono stati spesi 80mila euro in più dell'anno scorso

29 luglio 2011

Nelle intenzioni doveva essere un festino di austerity e rigore ma a conti fatti la festa per Santa Rosalia a Palermo è costata quest'anno circa 80 mila euro in più rispetto all'anno scorso. Per il festino "last minute" di quest'anno sfilato lungo le strade del centro storico, si sono spesi 579 mila euro. Il lievitare dei costi ad un primo esame delle voci di spesa sembra da addebitarsi al carro, totalmente nuovo e non riciclato costato ben 220 mila euro.
Ma andiamo nel dettaglio e a clamori ormai spenti esaminiamo le voci di spesa. Sul totale 129 mila euro sono stati coperti dal fondo di riserva del sindaco, per tamponare il taglio di risorse approvato in seduta di consiglio che durante l'approvazione di bilancio aveva stabilito risorse pari a 450 mila euro. In più il costo sarà coperto in rendicontazione, per il 30 pesca dalla Regione, visto che l'iniziativa è stata inserita nel calendario dei grandi eventi. Spulciando le diverse voci si nota che i fuochi d'artificio sono costati 67 mila euro, le luminarie hanno visto nel computo complessivo 19 mila 200 euro alla ditta Ribaudo Carmelo, 5 mila 700 euro alla Sinatra Lihts, 6 mila alla Nuova Luminaria di Ribaudo Vito, 5 mila 500 alla ditta Ribaudo Francesco, ventimila euro sono andati alla Curia Arcivescovile per la Cattedrale, altri ventimila per la collocazione di palchi, transenne e bagni chimici.
Sul fronte degli spettacoli, ecco alcune voci di spesa: 5 mila 500 euro sono andati alla compagnia di Franco Scaldati, 8 mila euro all'associazione "Cunti e canti", 8 mila alla compagnia di Rosa Balistreri, 4 mila all'associazione Salvo Licata, continuando con questo tipo di stanziamenti per altre associazioni.
"La voce più alta di spesa è stata proprio quella del carro - conferma la dirigente del settore amministrativo del Comune Magda Di Liberto - considerati gli stanziamenti previsti in bilancio sono state stornate risorse dal fondo di riserva per garantire alcuni spettacoli. Una cosa che non potevamo tagliare - conclude la Di Liberto - gli artisti della nostra città aspettano un anno intero per potere organizzare queste iniziative e per questo si è deciso di reperire le risorse in questo modo". [Corriere del Mezzogiorno - Italpress]

- Quanta tristezza per la Santuzza (Guidasicilia.it, 16/07/11)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 luglio 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia