Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il J. Paul Getty museum ha restituito all'Italia tre reperti archeologici, ma ancora tanti dovrebbe restituirne

Fra i tesori italiani ancora in mano al museo californiano la splendida Venere di Morgantina

14 novembre 2005

Il J. Paul Getty museum ha riconsegnato all'Italia tre reperti archeologici, fra quelli provenienti da scavi clandistini nella penisola. Lo ha riferito in una nota il ministero dei Beni culturali, precisando che i tre reperti sono arrivati la scorsa settimana all'aeroporto di Fiumicino a Roma.
I tre manufatti erano esposti fino a poco tempo fa al Getty museum in California, che li ha riconsegnati spontaneamente, consapevole della loro provenienza illecita.
Si tratta del Vaso di Asteas, ossia un cratere a calice a figure rosse, opera del pittore greco Asteas risalente al 340 a.C. circa, rinvenuto in Campania con scavi non autorizzati, di una stele funeraria lapidea del VI secolo a.C. sottratta nei pressi della antica colonia greca di Selinunte in Sicilia e di un candelabro bronzeo a treppiede di origine etrusca trafugato dalla ex collezione Guglielmi di Vulci.

Nel luglio scorso, l'ormai ex-curatrice dei beni archeologici del museo, Marion True, è stata accusata dalla procura di Roma di associazione a delinquere per aver acquisito beni rubati e ricevuto illegalmente reperti archeologici. La donna si è dimessa dal suo incarico all'inizio del mese scorso e fra due giorni riprenderà il processo a suo carico in Italia.
Il museo ha deciso di restituire per il momento tre dei 42 beni archeologici al centro della disputa legale.

La Venere di Morgantina
''Ho i miei buoni motivi di ritenere che la Venere di Morgantina ritorni nel museo di Aidone''
. Lo ha affermato con sicurezza il presidente della Provincia di Enna, Cataldo Salerno, senza volere aggiungere altro sulla querelle di questi giorni che pare volgere a buon esito.
Per adesso Salerno non vuole e non può influenzare le decisioni, che, secondo fonti certe, danno per certa la restituzione del reperto. A questo proposito il capo dell'Esecutivo esprime il compiacimento di tutta l'Amministrazione provinciale per l'azione messa in atto dal governo siciliano e, in particolare, dall'assessore Alessandro Pagano, volta al recupero della Venere di Morgantina. Pur nella convinzione che l'azione giudiziaria non sarà probabilmente lo strumento risolutivo, è giusto ed utile che la Regione siciliana abbia deciso di costituirsi parte civile nel processo intentato dal governo italiano nei confronti del Paul Getty Museum di Malibù (California) per la restituzione di alcune decine di reperti archeologici finiti illegalmente nel mercato internazionale.

E' notorio che, fra i reperti di cui si chiede la restituzione, la maestosa statua della Venere di Morgantina (alta più di due metri) è il pezzo più pregiato. Sul piano artistico, infatti, la statua presenta particolarità assolutamente uniche per l'epoca in cui fu realizzata (V sec. prima di Cristo): il drappeggio della Venere è scolpito nell'atto di essere spinto dal vento contro la sagoma del corpo della dea, che quindi appare in trasparenza; ma il dato più spettacolare è che la particolare tecnica scultoria dà l'impressione che lo stesso drappeggio sia costantemente bagnato.

Ottenere la restituzione della Venere di Morgantina sarebbe per la Provincia di Enna un risultato storico, di grandissimo impatto turistico ed economico. Per queste ragioni l'amministrazione provinciale, che sta svolgendo un'azione parallela nei confronti del Paul Getty Museum, manifesta la più viva riconoscenza al governo regionale, all'assessore Pagano ed al ministro Buttiglione per l'impegno che essi stanno mettendo in questa difficile impresa, per la quale appare vicino il giorno del successo. [ViviEnna.it]

- Tanti i tesori nei musei d'oltre oceano... (Guida Sicilia)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 novembre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia