In Sicilia vanno a rilento gli incentivi alle imprese

25 febbraio 2002
Il processo di recepimento delle funzioni di gestione degli incentivi alle imprese da parte delle Regioni, cui lo Stato ha trasferito la competenza il primo luglio del 2000, ha "di fatto comportato un rallentamento di attività per tutto l'anno 2000", salvo qualche rara eccezione, come la legge Sabatini e la 949/52 (Artigiancassa), che non hanno registrato interruzioni.

Lo afferma un'analisi del Servizio studi del Banco di Sicilia. La Regione siciliana, in particolare, è intervenuta nella gestione di alcuni incentivi, integrando con fondi propri le risorse statali per l'imprenditoria femminile, e concordando con il ministero delle Attività produttive lo stanziamento regionale di 20 miliardi di lire per lo "scorrimento" della graduatoria dell'ottavo bando 2000 Industria.

Il deciso orientamento verso la regionalizzazione degli incentivi si è riflesso anche nella programmazione 2000-2006 dei Fondi strutturali, segnata dal calo delle risorse per le imprese e da maggiore attenzione per infrastrutture, energia, ricerca, ambiente, società dell'informazione.

Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia