In un libro i sonetti della scuola poetica siciliana, alla corte di Federico II

13 luglio 2002
Si intitola "Poeti alla corte di Federico II, La scuola siciliana".

E' un libro che descrive doviziosamente il contesto culturale e le matrici linguistiche dai quali si sviluppò nel XIII sec. la scuola poetica siciliana, la cui produzione, a buon ragione, viene considerata alla base della produzione colta italiana.

Jacopo da Lentini, Guido delle Colonne, Rinaldo d'Aquino, Pier della Vigna, Stefano Protonotaro da Messina: proprio con questi nomi viene sancito infatti l'atto di nascita della letteratura nazionale.

Una letteratura che a tutti gli effetti compie i primi passi, appoggiandosi alle stampelle del siciliano.

Da non trascurare l'innovazione formale attuata dai siciliani e presto assunta da tutta la lirica europea: l'invenzione del sonetto.

Peccato che il siciliano dei versi di questi poeti sia stato alleggerito e annacquato dai copisti toscani che li trascrissero.

Poeti alla corte di Federico II, La scuola siciliana
Edizioni Edi.bi.si
5,70 euro

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia