Io là all'ombra di un ciliegio in fiore senza età

per riposare un poco 2 o 300 anni giusto per capir di più e placar gli affanni

09 settembre 2003



Cinque anni fa si spegneva l’indimenticabile Lucio Battisti.
Con le parole di una sua canzone, e senza aggiungerne altre, noi vogliamo ricordarlo


Il nostro caro angelo

La fossa del leone

è ancora realtà

uscirne è impossibile per noi

è uno slogan falsità.

Il nostro caro angelo

si ciba di radici e poi

lui dorme nei cespugli sotto gli alberi

ma schiavo non sarà mai.

Gli specchi per le allodole

inutilmente a terra balenano ormai

come prostitute che nella notte vendono

un gaio cesto di amore che amor non è mai

Paura e alienazione

e non quello che dici tu

le rughe han troppi secoli oramai

truccarle non si può più.

Il nostro caro angelo

è giovane lo sai

le reti il volo aperto gli precludono

ma non rinuncia mai

cattedrali oscurano

le bianche ali bianche non sembran più.

Ma le nostre aspirazioni il buio filtrano

traccianti luminose gli additano il blu.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia