L’agriturismo entra nel paniere Istat

L’istituto di statistica ha riconosciuto così il boom del settore

01 febbraio 2003
L'agriturismo e il miele, sono alcune delle new entri del paniere dell'Istat. Un fatto positivo, secondo la Coldiretti, anzi ''un'accoppiata vincente e un riconoscimento della crescita della vacanza in campagna nell'offerta turistica del nostro Paese''.

La Coldiretti ricorda che l'agrivacanza nel 2002 ha registrato una crescita delle strutture di ospitalità del 10% raggiungendo 11.000 unità, con una disponibilità di 130.000 posti letto (+4%) e possibilità di ristorazione per 6.200 posti (+11%).
Il fatturato complessivo del settore agrituristico raggiunge quota 700 milioni di Euro, grazie anche alla presenza degli ospiti stranieri che è pari al 25% del totale.

Trentino Alto Adige (30%), Toscana (16%), Veneto (7%) e Lombardia (5%) sono le Regioni dove la presenza di agriturismi si è più radicata ma - afferma la Coldiretti - si sta assistendo ad una rapida espansione del fenomeno anche nelle Regioni del Centro e del Sud Italia.

E a scegliere il turismo verde sono soprattutto giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni (55%), laureati (30%), con un lavoro d'ufficio (50%) e stranieri (25%) spinti dalla qualità ambientale ed enogastronomica (75%) che consente la visita di territori poco conosciuti e meno turistici e il consumo di piatti tipici e cibi genuini. Un successo determinato anche dalla capacità di offrire sempre nuovi servizi al fianco di quelli tradizionali. 


Fonte: Siciliatravel

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 febbraio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia