La Sicilia come paese cardine delle politiche nelle Regioni euromediterranee

Le Regioni mediterranee più compatte verso il ''Processo di Barcellona''

06 dicembre 2003
La dichiarazione finale della VI Conferenza euromediterranea dei ministri degli esteri approvata e diffusa tre giorni fa a Napoli al termine della riunione, trae spunto esplicitamente dalle conclusioni della Conferenza delle Regioni euromediterranee tenuta a Palermo nei giorni scorsi recitando testualmente: "I ministri, prendendo atto delle conclusioni della Conferenza delle Regioni euromediterranee tenuta a Palermo il 27-28 novembre, hanno sottolineato l'importanza della cooperazione tra le regioni Euro-Mediterranee come strumentale per fornire maggior ampiezza e sostanza al processo di Barcellona, così come nel portare il partenariato più vicino alle società civili rappresentate dalle Regioni."

Salvatore Cuffaro, che aveva portato il giorno prima a Napoli i risultati di Palermo, ha manifestato tutta la sua soddisfazione per aver condotto a termine una vasta e complessa iniziativa concertata fra le Regioni e la Presidenza italiana dell'Unione Europea e che ha visto la Sicilia capofila e organizzatrice della manifestazione finale di Palermo.
"Questo risultato - ha detto Cuffaro - giunge a poco più di un anno dalla riunione della I sessione comunitaria della Conferenza dei presidenti delle Regioni, tenuta anch'essa a Palermo e dopo un semestre di Presidenza delle Regioni mediterranee: è tuttora in corso un'efficace azione di riposizionamento delle Regioni al centro della politica comunitaria ed euro-mediterranea, e della Sicilia al centro del Mediterraneo ed alla testa delle Regioni nell'esercizio dei nuovi poteri attribuiti dalla Costituzione italiana e dal trattato costituzionale europeo".

Il riconoscimento di questo ruolo ed i risultati fin qui conseguiti consentono di candidare la Sicilia anche come sede di uno degli strumenti strategici indicati a Napoli per accelerare il "Processo di Barcellona", soprattutto la Banca di Sviluppo Euro-Mediterranea, per ospitare la quale, la Regione ha tutte le caratteristiche funzionali e le carte in regola.
A tal proposito, il presidente della Regione ha annunciato uno "studio di fattibilità" che la Regione predisporrà prima della decisione finale che è prevista per la fine del 2004.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia