No Money No Honey

Niente soldi, niente dolcezze. Ritratto di una nebulosa, incerta, archeologia del futuro

27 gennaio 2003

''No Money No Honey''

A cura di Antonio Arévalo

Arèa, contenitore d’arte contemporanea
Piazza Della Rivoluzione, Palermo

Dal 25 gennaio al 25 marzo 2003

Artisti presenti: Matteo Basilè, Thomas Bires, Erich Breuer, Elastic Group of Artistic Research, (Silvia Manteiga & Alexandro Ladaga), Alfredo Fagale, Alejandro Gomez De Tuddo, Patrick Hamilton, Carlo Fernando Herrera, Maria Rosa Jijon, Cesar Meneghetti, Carlos Motta, Rafael Pereja, Caterina Purdy.

A Palermo, nel quartiere della Fieravecchia, in un deposito commerciale recuperato, sito nel centro storico cittadino, è nato uno spazio che prende il nome di ''Arèa, contenitore d’arte contemporanea''.
In un'area di 200 mq verranno ospitate mostre, azioni e operazioni artistiche, al fine di dare nuove possibilità alla comunicazione e alle esigenze di confronto con le problematiche del territorio.
Arèa nasce da un progetto di collaborazione e incontro di artisti provenienti da varie ricerche legate al mondo delle arti visive, cinema, musica, teatro, danza, pronti ad interagire con l’esterno, così da poter donare ai fruitori dello spazio, un momento culturale unico perfettamente in linea con i fermenti culturali di città come Berlino, Londra e New York.

Arèa è stata inaugurata venerdì 25 gennaio 2003, con un’esposizione dal titolo ''No money, no Honey'' curata da Antonio Arévalo, commissario della sezione America Latina alla Biennale di Venezia. La mostra ospita, per la prima volta a Palermo, le opere di tredici artisti del panorama internazionale, che con le loro opere documentano un percorso singolare attraverso simboli e figure ricorrenti -spesso logore- che affollano l’immaginario collettivo di questo scorcio di secolo.

''No money no Honey'' si potrebbe dire rappresentazione di quell’immaginario che basa la sua sopravvivenza sul valore dei soldi, e che vuole tenere insieme lo splendore dell’ostentazione eccessiva dei nuovi miti imposti dai media e i canoni iconografici più antichi e colti delle tradizioni culturali.
Un viaggio spericolato e certo inconcluso in questo ampio e variegato panorama, che i tredici artisti emergenti di diversa provenienza e nazionalità conducono e raccontano con la fotografia, il disegno, la pittura, con l’immagine sintetizzata, intrecciando linguaggi colti e pop, storia e cronaca, fumetto e poesia, in una fitta trama di rimandi e citazioni che si spinge con ironico azzardo a non voler concedere nulla per nulla; al confine tra biografia sentimentale e analisi sociologica, fra memoria letteraria e sperimentazione tecnologica.

Niente soldi, niente Dolcezze, in buona sostanza. Il ritratto di una nebulosa, incerta, archeologia di futuro.

INFO  
+39-3388887303
+39-3282699409

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia