Oggi sciopero di quattro ore per tutti i lavoratori del gruppo Fiat

15 novembre 2002
Avrà luogo il 26 novembre a Roma una manifestazione nazionale contro il piano industriale della Fiat che prevede la cassa integrazione per 8.100 lavoratori in tutta Italia.

Lo hanno deciso i delegati sindacali di Fiom, Fim, Uilm e Fismic che questa mattina a Napoli si sono incontrati con l'obiettivo di decidere quali azioni intraprendere per contrastare il piano industriale del gruppo torinese.

Oltre all'astensione dal lavoro dei metalmeccanici di oggi (venerdì 15) è prevista inoltre una serie di scioperi nei vari stabilimenti Fiat, aggiungono i sindacati di categoria che prospettano anche la possibilità di uno sciopero europeo.
In occasione della manifestazione nazionale a Roma i sindacati chiederanno di essere ricevuti dai presidenti di Camera e Senato, Pierferdinando Casini e Marcello Pera, per formulare la richiesta ufficiale di un dibattito parlamentare sul caso Fiat, come fanno sapere fonti del vertice.

Oggi intanto si sta svolgendo come previsto l'astensione dal lavoro di quattro ore per tutti i metalmeccanici e di otto per i lavoratori del gruppo Fiat.

I delegati sindacali hanno inoltre deciso che verranno organizzate "azioni di fermata della produzione" all'interno dei vari stabilimenti Fiat tra il 15 e il 26 novembre, una sorta di staffetta tra lo sciopero generale di venerdì e la manifestazione di Roma.

Al vertice è stata poi prospettata la possibilità di uno sciopero europeo, che interesserebbe tutti gli stabilimenti del gruppo in Europa.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 novembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia