Olimpiadi della Filosofia

Due studenti siciliani alle selezioni nazionali da oggi a Cosenza, e a maggio la finale a Tokio

13 aprile 2002
In Estremo Oriente quest'anno le competizioni non saranno solo tra squadre di calcio, ma anche fra giovani pensatori che disputeranno sulle grandi idee, e sulle aporie dell'esistenza nella filosofia.

Una grande Olimpiade della Filosofia, organizzata dall'Unesco, si terrà a Tokio, dal 13 al 15 maggio; i partecipanti saranno liceali di tutti il mondo che, con saggi sui grandi pensatori, parteciperanno a una gara il cui premio sarà rappresentato dal contributo che daranno al dialogo tra la cultura umanistica e quella scientifica.

E da oggi iniziano le selezioni nazionali italiane, in vista della sfida di Tokyo, che si terranno a Cosenza, esattamente ad Arcavàcata, sede dell'Università degli studi della Calabria.

All'appuntamento partecipano anche due studenti siciliani, che, dopo essere passati alle selezioni regionali - con saggi e composizioni (in inglese e francese) sulla "Critica del Giudizio" di Immanuel Kant, la "Gaia Scienza" di Friederich Nietzsche e il "Saggio sulla Libertà" di John Stuart Mill - dovranno contendersi il ruolo di rappresentante per l'Italia alla gara finale nella capitale del Sol Levante.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia