Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Per il 2008 la città di Catania avrà il Mercato agroalimentare più grande del Sud Italia

Una grandissima area che ospiterà i mercati ortofrutticolo, flori-vivaistico e ittico

14 aprile 2005

Su di un area di 390.000 metri quadrati, 49.000 dei quali coperti, quando nel 2008 verrà completato, a Catania si avrà il più grande mercato agroalimentare del Sud Italia. Ospiterà i mercati ortofrutticolo, flori-vivaistico e ittico. La prima pietra di questo mercato agroalimentare da record è stata posta lunedì scorso dal prefetto Anna Maria Cancellieri Peluso, dal sindaco Umberto Scapagnini e dal presidente della Provincia Raffaele Lombardo. Un'autogru ha posizionato sul terreno un masso lavico di 35 quintali, che simbolicamente, ha rappresentato l'inizio della costruzione.

La costruzione del Mercato, che sorgerà accanto allo svincolo di Bicocca della Tangenziale di Catania, in contrada Jungetto, è stata finanziata dall'Irfis (Mediocredito della Sicilia S.p.a.) con 10 miliardi e 750 milioni di vecchie lire. La posizione offre una possibilità di rilancio all'economia agricola siciliana permettendo di migliorare l'organizzazione di vendita dei prodotti agroalimentari attualmente caratterizzata da una eccessiva frammentazione e consentendo lo sviluppo di rapporti commerciali con tutti i Paesi del bacino del Mediterraneo.
La struttura, che avrà un costo complessivo di 115 miliardi vecchie lire, sarà dotata di un'area direzionale con uffici, banche, posta, negozi e ristoranti.
Il cuore sarà il mercato agroalimentare, con 88 box modulari di 220 mq ognuno, esteso per 136 mila mq. Le sezioni dedicate ai mercati floro-vivaistico ed ittico si svilupperanno ognuna su 25.000 mq. il mercato flori-vivaistico

''E' il completamento di un grande lavoro svolto in questi anni - ha detto il presidente del consiglio di amministrazione del Maas (Mercati agro-alimentari Sicilia) Riccardo Sciuto - che tende a dare alla città uno strumento per potersi proporre ai mercati di tutto il mondo. Non avrà solo una funzione annonaria ma darà una spinta per centralizzare i prodotti e funzionerà in sintonia con l'Interporto''.
''Questa è una struttura nella quale crediamo perché è strategica - ha detto Lombardo - anche in considerazione della nascita dell'area di libero scambio nel 2010. Il mercato agroalimentare siciliano è una struttura fondamentale per svolgere un ruolo centrale, assieme all'aeroporto internazionale, un'altra infrastruttura strategica che ritengo molto importante creare''.


- Mercati Agroalimentari Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 aprile 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia