Sbandieratori, giullari e scacchi viventi. Acicatena (CT) rivive il Settecento

''Scacco matto... e non solo'', ad Acicatena (CT) è la giornata degli scacchi viventi

28 giugno 2003
Con la II^ edizione di  ''Scacco matto... e non solo'', ad Acicatena (CT) ci sarà la rievocazione della storia della dinastia Reggio (che per oltre un secolo dominò Acicatena), della figura altezzosa e prestigiosa di Luigi Reggio Branciforte principe di Campofiorito, Aci S. Antonio e S. Filippo nonché duca di Valverde, e della tradizionale «Fiera franca».
Il tutto si svolgerà oggi, 28 giugno (con inizio alle 18.30), lungo alcune vie della città e sull’originale scenario che è la piazza Umberto.
 
La manifestazione "Scacco matto... e non solo", con i costumi e i fasti della storia del settecento verrà offerta da un gruppo di oltre trecento alunni appartenenti all'Istituto comprensivo «Francesco Guglielmino» di Acicatena, realizzata con collaborazione di tutto il corpo insegnante della scuola e patrocinata dalla provincia regionale, dall'Azienda provinciale per il turismo di Catania, dall'assessorato regionale al Turismo.

Oltre alla sfilata settecentesca, l'esibizione degli alunni in danze arabe e spagnole e come sbandieratori e percussionisti, si potrà assistere ad una interessantissima iniziativa, ossia  la partita a scacchi con personaggi viventi. "Attraverso la ricerca di documenti sul vasto patrimonio storico, culturale e artistico dell'epoca – commenta il dirigente scolastico Silvana Morgano – abbiamo ricostruito le tappe salienti della vita del principe Luigi Reggio e speriamo che questo nostro lavoro venga apprezzato dal pubblico".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia