Tutti i presepi del Mondo a Caltagirone (CT), in una mostra permanente

Invece il presepe monumentale animato di Caltagirone in esposizione a Parigi

17 dicembre 2003
Caltagirone anche quest'anno città dei presepi. Dal 13 dicembre scorso, alla Palazzina San Luigi di Caltagirone, si è aperta la mostra permanente del presepe "Adeste Fidelis - La tradizione presepistica in Italia e nel Mondo". Ad inaugurare la mostra sono stati il presidente della provincia Raffaele Lombardo e l'Assessore Regionale ai Beni Culturali, Fabio Granata.  La tradizione del presepe è molto sentita a Caltagirone ed affonda le sue radici in secoli di storia e tradizione della ceramica così l'Azienda autonoma soggiorno e turismo, sin dai primi anni della sua costituzione, ha cercato di diffondere assieme a quella dell'arte ceramistica, l'immagine secolare di questo patrimonio culturale, sia in Italia che all'estero. La "Mostra Permanente del Presepe" è organizzata dalla Provincia Regionale di Catania, con la collaborazione dell'APT (Azienda di Promozione Turistica),  dell'Azienda di Soggiorno e Turismo di Caltagirone ed il contributo di alcune collezioni private ed è realizzata nell'edificio della caserma dei Carabinieri, recentemente restaurata e ribattezzata "Palazzina di San Luigi".

In questo luogo sorgeva anticamente la "Casa Santa" degli esercizi dei padri Gesuiti. Le sale poste a destra e a sinistra dell'androne d'ingresso, conterranno rispettivamente i presepi provenienti dalle varie regioni d'Italia e del Mondo, e quelli prodotti dagli artisti delle varie botteghe Calatine. All'interno si snoderanno altri due itinerari. Uno esaminerà il filo conduttore tra le varie culture del mondo ed il messaggio religioso ed che lega ogni singola popolazione al tema dell'intera esposizione; nell'altro il legame che esiste tra il concetto di presepe, la città di Caltagirone e il luogo dove sorge la "Palazzina San Luigi".  
Il primo degli itinerari conterrà immagini d'epoca riferiti ai mestieri ed ai momenti di vita quotidiana  affiancati da testi del vangelo di Giacomo: così le immagini di donne che traggono l'acqua dalle fonti pubbliche della città o da qualsivoglia villaggio del mondo corrisponde il personaggio presepistico della donna che porta in capo una "quartana d'acqua". Nel secondo itinerario le immagini saranno tratte da foto d'epoca con  panorami e scorci di Caltagirone accoppiati a testi che raccontano la tradizione del Natale (nenie, di antiche ricette culinarie, preghiere ecc.).

Bellissime le immagini delle due figure più emblematiche del nostro presepe tradizionale ovvero l'angelo che da l'annunzio della nascita di Gesù e lo stupore che tale messaggio genera nella figura d' "u spavintato du casebbio". Queste ultime due immagini, rimanderanno il visitatore al testo iniziale posto all'ingresso della mostra, consistente nella Genealogia di Cristo tratta dal Vangelo di Matteo. Viva attesa per l'esposizione di importanti collezioni private come quella dell'avvocato Luigi Colaleo, dell'azienda autonoma soggiorno e turismo di Caltagirone e quella dei coniugi Iudica- Grosso. Per questo Natale Caltagirone esporrà il suo  presepe monumentale all'estero.
Fino al 18 gennaio, un pezzo di Sicilia sarà esposta a Parigi, nella Chiesa di Saint- Sulpice. Si tratta dell'imponente presepe animato di Caltagirone, già esposto al Parlamento Europeo di Strasburgo e in numerose città italiane. All'inaugurazione ufficiale il presidente della provincia di Catania Raffaele Lombardo, il nunzio apostolico Fortunato Baldelli, il vescovo ausiliario di Parigi Francois Fleshman e l'ambasciatore d'Italia in Francia Giovanni Dominedò.
Il presepe si estende per una superficie di circa 50mq e contiene statuine mobili dell'altezza di circa 28 cm. In un affascinante gioco di luci e suoni ripropone quadri campestri di una Sicilia ormai perduta, quella del diciannovesimo secolo.  Il pubblico parigino potrà ammirare la «crèche sicilienne» nella navata destra della famosa chiesa neoclassica situata sulla Rive Gauche, nel cuore del quartiere di Saint Germain.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia