Un Archivio Internazionale Internet nella Biblioteca di Alessandria d'Egitto

12 luglio 2002
La nuova Biblioteca Alessandrina, ricostruita sulle ceneri della celebre istituzione tolemaica, è divenuta la seconda sede dell' Archivio Internazionale Internet.

Lo hanno annunciato insieme al Cairo il direttore della Biblioteca, Ismail Serageddin, ed il fondatore dello stesso archivio, lo statunitense Brewster Kahle.

L'inaugurazione internazionale della nuova istituzione egiziana, realizzata dal governo egiziano con l'Unesco e la collaborazione di vari governi stranieri è avvenuta qualche mese fa.

Al suo interno non vi sono ancora moltissimi libri, in formato cartaceo (anche in considerazione del fatto che la struttura originaria era considerata la più grande biblioteca dell'antichità), in compenso l'istituzione avrà accesso alle principali banche dati di biblioteche ed istituzioni culturali del mondo, cosicché il suo patrimonio librario - anche se virtuale - risulterà comunque veramente impressionante.

Le dimensioni dell'archivio, per esempio, sono ciclopiche: Kahle ha fatto una donazione per un valore di oltre cinque milioni di dollari - ha reso noto Serageddin- che comprende dieci miliardi di pagine web dal 1996 al 2001 provenienti da oltre 16 milioni di siti ("le voci di milioni di scrittori degli ultimi 5 anni"), 2000 ore di trasmissioni tv di Stati Uniti ed Egitto, 108 Pterabytes di dati (100,000,000,000,000 caratteri).

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia