Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Via libera all'estate''. La Società Autostrade si dice pronta ad affrontare il grande esodo e il controesodo

L'obiettivo primario è ridurre gli incidenti mortali

23 luglio 2005

Oramai ci siamo dentro. Tra ieri e il 5 settembre si riverseranno sulla rete autostradale italiana non meno di 110 milioni di automobili, che per raggiungere i luoghi della villeggiatura e poi rientrare, percorreranno quasi otto miliardi di chilometri.
Il gruppo Autostrade dice di essere pronto a gestire il rito dell'esodo e del controesodo, e di garantire la massima sicurezza per i viaggiatori. L'obiettivo primario è ridurre gli incidenti mortali, già lo scorso anno diminuiti del 5 per cento, e in sei anni del 26 per cento.

Meno cantieri sulle strade delle vacanze 
Al via un piano della società Autostrade per la sicurezza. Controlli rafforzati sui mezzi pesanti 

Si chiama ''Via libera all'estate'', il patto per la sicurezza dell'esodo estivo presentato dalla Società Autostrade. La novità più importante è la riduzione drastica dei cantieri sulle autostrade: ne resteranno aperti 20 degli attuali 140, eliminando, in particolare, tutti quelli che causano un restringimento di corsia.
Fra il 21 luglio e il 5 settembre un'ondata di 110 milioni di veicoli accenderanno i motori e transiteranno sulla rete gestita dalla Società Autostrade, percorrendo circa 7,7 miliardi di chilometri. ''Il binomio code-cantieri - spiega Giovanni Castellucci, amministratore delegato della Società Autostrade - non avrà motivo di esistere. Garantiremo lo stesso numero di corsie preesistenti''. Dunque eventuali code saranno dovute unicamente al traffico.
Per il sottosegretario alle Infrastrutture, Paolo Uggè, la parola d'ordine è prevenzione e controlli, per affrontare l'estate in modo più tranquillo e sicuro. ''Abbiamo rafforzato i controlli - dice Uggè - mettendo in campo centri di revisione mobile per il controllo dei mezzi pesanti. Lo scorso anno abbiamo fatto circa 6.700 revisioni su strada e nei primi sei mesi del 2005 abbiamo già fatto 6mila controlli''. Uggè ha anche annunciato una campagna di sicurezza mirata al trasporto pesante che il ministro delle Infrastrutture Lunardi presenterà il 27 luglio.

Il piano operativo di Autostrade prevede anche il rafforzamento del personale operativo su strada (più 20% rispetto al 2004, più 50% rispetto al periodo di pre-esodo), il potenziamento del call center con il varo di un nuovo numero a scatto unico alla risposta (840.04.2121) e il raddoppio a quota 120 delle linee dedicate, oltre a una maggiore informazione ai vacanzieri sui tempi di percorrenza nei principali itinerari.
In abbinamento anche un'iniziativa dedicata ai giovani con una campagna di sicurezza realizzata in collaborazione con il gruppo musicale Tiromancino per sensibilizzarli in vista delle grandi partenze estive e degli spostamenti a corto raggio legati ai luoghi di divertimento. ''Sono convinto che con un po' più di prudenza alla guida - ha detto Federico Zampaglione, cantante dei Tiromancino - si potrebbero evitare molti incidenti, anche mortali''.
Lo scorso anno un patto per la sicurezza analogo a questo ha segnato, a fronte di un incremento di traffico dell'1,6%, un calo degli incidenti del 4,9%, una diminuzione dei feriti del 4,6% e dei morti del 5 per cento. Merito, forse, anche della temutissima patente a punti che frena i conducenti.
Nell'ultimo anno poi, la Società Autostrade ha annunciato di aver esteso la superficie stradale con asfalto drenante e di aver introdotto un progetto di controllo della velocità media, in collaborazione con la Polizia stradale. I pannelli indicano il tempo reale di percorrenza di un tratto autostradale in base al tempo impiegato dai veicoli appena transitati, che hanno percorso lo stesso tragitto. In calo del 14% anche le code superiori a 3 chilometri.

Anche l'Anas ha impartito una serie di disposizioni per ridurre i disagi sulla Salerno-Reggio Calabria. ''Sulla A3 - ha spiegato Mauro Coletta, direttore centrale dell'Anas - c'è stata già una fortissima riduzione dei cantieri. Per tutto il mese di agosto saranno installati presidi sanitari e sarà attuata una costante vigilanza''.

Fonte: il Sole24ORE.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia