A Silverstone ''piove sul bagnato'', Michael Schumacher ancora primo

Gli acquazzoni inglesi condizionano pesantemente il Gran Premio

08 luglio 2002
Piove sul bagnato, a Silverstone, sia in senso letterale che metaforico. Gli acquazzoni inglesi condizionano pesantemente il Gran Premio, costringendo tutti a continue soste ai box per cambiare gomme, e alla fine chi ne approfitta e Michael Schumacher, che vince a mani basse e ormai è a un passo dal titolo mondiale nonostante manchino ancora 6 gare.

Secondo, a completare il trionfo della Ferrari, è arrivato Rubens Barrichello, autore di una cavalcata impressionante dopo essere stato costretto a partire dall'ultima fila a causa di un problema che lo ha tenuto fermo alla partenza del giro di ricognizione. Terzo il colombiano della Williams Juan Pablo Montoya, incapace sotto la pioggia di mantenere la sua pole position. Quarto Villeneuve, quinto Panis, sesto Heidfeld.

La gara è stata un'autentica giostra, caratterizzata dalle continue soste ai box e - per una volta - anche da numerosi sorpassi.

Sulla griglia di partenza, come detto, si pianta l'auto di Barrichello, che deve partire a spinta e andarsi a posizionare in ultima fila. Poco male, col senno di poi, se è vero che dopo una decina di giri di gara il brasiliano è già rientrato in zona punti. A quel punto la pista è ancora asciutta: Montoya in testa, tallonato da Michael Schumacher e - più distante, da Ralph Schumacher.

Poi comincia a piovere: tutti ai box, quasi in fila indiana, a farsi montare le gomme da bagnato. Si riparte, e la testa della gara è sempre la stessa. Ma Giove Pluvio ha deciso che è ora di giocare un po' con i piloti e i loro malcapitati meccanici: passano due giri e la pioggia smette, poi riparte, poi rismette. Montoya, che si fa trovare con le gomme sbagliate, perde completamente il controllo della vettura, deve rallentare e Schumacher gli passa davanti.

Splendido poi il duello con Barrichello, che passa al secondo posto, poi si fa superare dal colombiano e infine gli torna davanti a una quindicina di giri dal termine.

Dietro, tra cambi gomme, errori di guida sulla pista bagnata, ritiri e sorpassi, si accende la bagarre. Ad approfittarne, alla fine, saranno le due Bar di Villeneuve e Panis, fin qui deludentissime. Per loro, un quarto e quinto posto che valgono quasi una vittoria. Sesto Heidfeld, con la Sauber.

Ora in classifica generale Michael Schumacher ha 86 punti, 55 più di Montoya. Se tra due settimane, a Magny Cours, prenderà 5 punti più di Montoya e del fratello Ralph, il campionato mondiale sarà già matematicamente suo.

Fonte: Cnn

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia