Accordo tra Sicilia e Ungheria su turismo, meccanica ed elettronica

27 maggio 2002
Agroalimentare, vino, abbigliamento, legno, plastica, edilizia, turismo, meccanica ed elettronica sono i settori interessati dall' avvio della cooperazione economica tra la Sicilia e l'Ungheria in prospettiva dell' ingresso nel 2004 della Repubblica nell' Unione Europea e dell' estensione nel 2006 alle Regioni dell' Obiettivo 2 dell' utilizzo dei fondi strutturali.

Un incontro si è svolto tra imprenditori siciliani dei vari settori e l'Ambasciatrice di Ungheria in Italia Eniko Gyori.
Quest'ultima ha anche chiesto e ottenuto un impegno da parte delle forze economiche locali a sostegno di un'equa riforma della Politica agricola, di uno sviluppo della rete autostradale ungherese che faciliti i collegamenti per il trasporto merci, e di una disponibilità a realizzare nella Repubblica investimenti di operatori siciliani nel settore alberghiero e termale.

L'accordo prevede l'avvio di una promozione congiunta sul tema del turismo enogastronomico, tramite la distribuzione in Sicilia di Tokai e altri vini tipici ungheresi e la distribuzione nella Repubblica di etichette Doc e Igt siciliane, organizzando anche degustazioni ed itinerari enologici presso tenute e cantine.

In un prossimo incontro saranno definiti anche i pacchetti di soggiorno, di tipo balneare e culturale destagionalizzato in Sicilia e, per l' Ungheria, improntati su terme e arte.
Saranno anche individuati vettori aerei per meglio organizzare i flussi di visitatori.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 maggio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia