Al Carnevale dello Jato (Pa) sfilano affascinanti macchine d'epoca

Domenica un raduno tra Partinico e San Cipirello, mentre i siciliani diventano un popolo di piloti

01 marzo 2003
Domenica 2 marzo a Partinico (PA) si disputerà il raduno di Carnevale - Valle dello Jato di auto d'epoca, organizzato dall'Aquila Club di Alcamo.
La manifestazione vedrà impegnate vetture storiche costruite prima del 1960, iscritte a Club federati A.S.I. (Automobilclub Storico Italiano) o ai registri di marca (Lancia, Fiat ed Alfa Romeo) che dovranno affrontare un percorso che toccherà, oltre a Partinico, i centri di Campo Reale, San Cipirrello e San Giuseppe Jato.

Oltre all'aspetto prettamente turistico e culturale, il raduno ha anche un lato sportivo, che prevede l'effettuazione di una prova di regolarità cronometrata, che si svolgerà lungo il corso dei Mille a Partinico, così da determinare una classifica generale.

A partecipare all'affascinate gara ci sarà anche il pilota palermitano Vittorio Bagnasco, che quest'anno parteciperà al Campionato italiano velocità turismo (classe N 3), con una BMW 320i E36
Il pilota siciliano, la scorsa stagione ha ottenuto un successo sulla pista casalinga di Pergusa e ha, inoltre, conquistato la pole position nella prima gara di Binetto, collezionando anche due secondi posti (a Misano e, ancora a Pergusa) e riuscendo a salire sul gradino più basso del podio in occasione del quarto roud, sulla pista di Imola. Una vero pilota di razza

Le buone notizie per i piloti siciliani arrivano anche dal mondo del Kart, primo gradino del mondo dell'automobilismo. Sono stati, infatti, ben quindici i piloti dell'isola impegnati domenica scorsa sulla pista "La Conca" di Muro Leccese nel trofeo International Prize.
A mettersi maggiormente in evidenza è stato il palermitano Carlo Donato che ha concluso sesto nella classe 100 Ic - A. Bene anche il petrosileno Dario Anastasi, tredicesimo.

Nella 100 Junior, undicesimo e quattordicesimo posto (su 28 partenti) rispettivamente per i gemelli Barcellonesi Francesco e Angelo Lombardo. Il palermitano Andrea Bellavista ha impressionato positivame nella 100 Formula A, giungendo tredicesimo alla bandiera a scacchi. Sullo stesso circuito, nel prossimo weekend, si disputerà anche la prima prova del campionato italiano Open Masters, aperto anche alla partecipazione dei conduttori stranieri.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 marzo 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia