Allo stadio di Palermo si gioca per la Pace

I calciatori rosanero ai tifosi: ''domenica portate l'arcobaleno''

15 marzo 2003
''Speriamo ce ne siano tante''. Questo è quello che dice Pippo Maniero. La speranza del grande calciatore è che i palermitani si uniscano in unico grande sforzo e che oltre alle bandiere rosanero portino con sé anche quella multicolore che rappresenta l’arcobaleno della pace.

''E’ un gesto importante che non comporta grosse difficoltà'' aggiunge il giocatore. Dello stesso avviso sembra essere Ctristian La Grotteria che vive in maniera particolare questo gesto altamente simbolico ma che ha un grande significato: il suo pensiero è continuamente rivolto anche all'Argentina dove vive ancora tutta la sua famiglia.

''Nessuno vuole la guerra!'' sono concordi nell’affermare i giocatori e, anche se consapevoli che questo gesto non la potrà fermare, ribadiscono che è comunque  molto importante: potrà fare sapere ai politici che stanno facendo qualcosa contro la volontà del popolo, contro la volontà di tutto il mondo.

''Per esprimere tale volontà ogni posto è buono – continua La Grotteria – e soprattutto sono buoni tutti quei posti che oggi hanno la fortuna di essere sotto i riflettori''. Per questa ragione tutti i giocatori invitano i tifosi a partecipare alla partita che si terrà domenica portando ognuno una bandiera della pace e per la pace: lo stadio dovrà brillare della luce di un solo grande arcobaleno.

Quello che i giocatori del Palermo desiderano con tutte le loro forze è che dal ''Renzo Barbera'' parta un segnale e che questo segnale sia forte come un grido unanime: una bandiera della pace che non abbia significati politici ma abbracci tutti gli stadi del mondo senza divisioni tra popoli.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 marzo 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia