Bagnini regionali

Stanziati i fondi per garantire la vigilanza nelle spiagge di Messina, Trapani, Catania, Palermo, Ragusa...

12 giugno 2003
L'Assessore regionale della Famiglia ha assegnato ai Comuni siciliani 1.549.984 euro per i servizi di vigilanza nelle spiagge libere.

La somma, che sarà ripartita tra le 85 amministrazioni municipali richiedenti, copre il 50 per cento delle spese che gli enti locali devono sostenere per i compensi del personale adibito alla sicurezza dei lidi.

Il resto degli oneri per le retribuzioni dei bagnini è, per un 25 per cento, a carico delle Province e per un 25 per cento a carico degli stessi Comuni.

La legge dispone che i servizi di vigilanza durino da un minimo di 60 giorni ad un massimo di 120 per ogni stagione e che le amministrazioni prevedano due addetti alla sicurezza ogni 150 metri di spiaggia libera.

Saranno più di 1.000 i bagnini impiegati nei lidi dell'Isola quest' estate.

Il record delle assunzioni va alla provincia di Messina. Seguono Trapani, Catania, Agrigento, Palermo, Ragusa, Siracusa e Caltanissetta.

Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia