I vini trapanesi star del Vinitaly

Le Aziende siciliane brillano nel cielo di Verona portando a casa premi e menzioni

14 aprile 2003
Dopo un decollo andato male - l'aereo su cui erano imbarcati gli operatori del settore ha dovuto fare ritorno all'aeroporto di partenza di Fontanarossa a Catania perché durante la fase di decollo degli uccelli erano andati a finire fra le eliche dei motori - i vini della provincia di Trapani sbarcano al Vinitaly di Verona e fanno il pieno di premi.

Sono 170 le aziende vinicole siciliane presenti alla fiera del vino tenutasi come ogni anno dal 10 al 14 aprile nella città di Romeo e Giulietta e che hanno preso posto nel padiglione "Sicilia".

I vini trapanesi, quest'anno, l'hanno fatta da padrone facendo incetta di premi e riconoscimenti: medaglia d'oro all'azienda marsalese Casano per i vini liquorosi, medaglia d'argento per la Fazio Wines di Fulgatore per lo spumante Petali Brut.

Numerose anche le menzioni al merito: quattro sono andate alla Cantina Sociale Birgi, nove per la già nominata Fazio Wines, tre per Donna di Coppe di Ghibellina e per le Cantine Foraci di Mazara del Vallo, due per la Cantina Sociale Ericina, Terra degli Elimi di Poggioreale, Casa Vinicola Curatolo di Marsala, Urso di Petrosino e una per la Cantina Sociale di Trapani, Cantina Sociale Paolini, Vincivini, Enopolio, Casano, F.lli Fici.

Un'altra medaglia d'oro è andata ad una azienda veneta che però si è avvalsa della collaborazione della trapanese  Fazio Wines.

Questi premi e queste menzioni non fanno altro che testimoniare ancora una volta la validità e i progressi compiuti negli ultimi anni dalle aziende siciliane. A conferma di ciò anche il fatto che fra i premiati risulta anche quella che può certamente essere considerata una produzione "atipica" per il nostro territorio come per esempio lo spumante.

Durante la manifestazione si è anche evidenziato l'enorme passo avanti che si è compiuto anche per quanto riguarda l'esportazione dei vini siciliani: sulle tavole dei migliori ristoranti d'Europa e di oltremanica non è difficile infatti trovare un vino che provenga dalla provincia di Trapani.

Probabilmente il merito di questo successo è da attribuire anche al fatto che gli imprenditori siciliani hanno cominciato, negli ultimi anni, a privilegiare la qualità alla quantità.

Queste nuove strategie sono state poste in evidenza anche da Salvatore Lombardo - presidente dell'Associazione Strada del Vino di Marsala, Terre d'Occidente -  che, con piena soddisfazione, ha altresì ricordato la prossima edizione della manifestazione tutta sicula dedicata al vino "Vinoro 2003" che si terrà a Marsala grazie alla collaborazione dell'Assessorato Regionale all'Agricoltura e alle Foreste dal 17 al 19 di ottobre.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia