Il contributo degli emigrati siciliani per lo sviluppo economico dell'Isola

Nel decalogo del COES l'importanza del lavoro e delle decisioni degli emigrati siciliani

16 dicembre 2003
Possono gli emigrati siciliani contribuire con le loro decisioni  allo sviluppo economico dell'isola? Pare proprio di si!  Per fare il punto della situazione, nei giorni scorsi, si è tenuto a Palermo un convegno dal titolo "Il contributo degli emigrati siciliani alle decisioni concrete per lo sviluppo della Sicilia" organizzato dal COES (Centro Orientamento Emigrati Siciliani).
Dal convegno è emersa  la consapevolezza dell'importanza del lavoro che quotidianamente gli emigrati siciliani svolgono dando lustro all’Isola. Il COES, da sempre impegnato nella tutela e valorizzazione dei siciliani nel mondo, partendo da questa presa di coscienza, ha  messo a punto un documento finale che, dicono gli organizzatori del convegno, "vuole essere un impegno concreto e immediato".

Si tratta di un decalogo tratto in parte dalle relazioni presentate dai partecipanti giunti a Palermo da tutto il mondo che si può riassumere così:
1) Impegnarsi nella diffusione della lingua e della cultura siciliana all'estero
2) Accrescere l'informazione come necessario supporto alle scelte ed ai programmi
3) Diffondere materiale informativo (audiovisivo e cartaceo) sul patrimonio della nostra regione
4) Creare una banca dati con le scuole italiane nel mondo per intraprendere gemellaggi
5) Promuovere accordi di cooperazione universitaria attraverso borse di studio e programmi congiunti
6) Creare una rete dei ricercatori siciliani in rapporto con le aziende ed il Parco Scientifico e Tecnologico siciliano
7) Analizzare il fenomeno migratorio siciliano
8) Promuovere gemellaggi tra comuni e famiglie siciliane nel mondo
9) Creare un archivio on line ed un museo dell'emigrazione che conservi la storia siciliana
10) Pubblicare un annuario che metta in evidenza i siciliani che si sono distinti nei settori della cultura, dell'impresa    e del sociale premiando i più meritevoli con un riconoscimento della Regione.

Per cercare di mettere in pratica il contenuto del decalogo si è costituito, all'interno del COES , un comitato che si impegnerà  immediatamente nella realizzazione dei punti incontrandosi e verificando il lavoro svolto almeno una volta ogni sei mesi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia