Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Le Siciliane di A. Una domenica molto negativa per le isolane: Napoli-Palermo 1-0; Catania-Torino 1-2

31 marzo 2008

NAPOLI - PALERMO 1-0
La partita vista dal tifoso
Salve a tutti, ci ritroviamo dopo un periodo di silenzio, dovuto ad una mia protesta nei confronti del Palermo nella sua totalità! A partire dal presidente, passando per l'allenatore, senza dimenticare i giocatori... insomma, tutti. Perché non è possibile un atteggiamento del genere!
E' già il secondo, o terzo anno che puntualmente nel girone di ritorno si verifica un crollo verticale di rendimento, motivazioni, allenatori licenziati, presidenti incazzati, giocatori svogliati... Deve esserci qualcosa di sotterraneo. Per forza!
Nonostante tutto sono di nuovo qua... Ieri sera il Palermo tornava sotto la guida di Colantuono.
Che dire. Si sono mossi di più, un po' di voglia in più e poi il cronometro. Che c'entra? direte voi. C'entra, eccome se c'entra. E' la terza o quarta partita che perdiamo al '92. Maledetto cronometro...
Il Milan, il Parma, il Napoli, etc. La concentrazione svanisce, e in campo qualcuno pensa: ormai ce l'abbiamo fatta... E puntualmente arriva il gol! Fregati come i polli.
Sì sono critico, anzi ipercritico, ma non mi sento di dire altro anche perché nel pomeriggio è successa un'altra tragedia in un autogrill dove è morto un ultrà del Parma mentre si accingeva ad andare allo stadio di Torino.
Fatalità? Casualità? Premeditazione? Paura?
Dico solo una cosa: era alla sua prima trasferta dopo 3 anni (SI' 3 ANNI!!!) di diffida cioè di divieto di andare allo stadio in trasferta...
Come sempre... Buon calcio a tutti
[A.G.]

Napoli (3-5-2): Gianello 6; Contini 5.5, Cannavaro 6, Domizzi 6; Grava 5 (15' st Garics 6), Pazienza 6, Blasi 6, Hamsik 6.5, Savini 5.5 (15' st Bogliacino 6); Lavezzi 6.5, Calaiò 5.5 (27' st Sosa 6). In panchina: Navarro, Rullo, Montervino, Dalla Bona. Allenatore: Reja 6.
Palermo (4-4-1-1): Fontana 6; Cassani 6, Zaccardo sv (11' pt Cossentino 6), Barzagli 6, Balzaretti 6.5; Jankovic 5.5, Guana 6.5, Migliaccio 6.5, Caserta 5.5 (44' st Tedesco sv); Simplicio 6 (25' st Bresciano 5.5); Amauri 6. In panchina: Agliardi, Cani, Di Matteo, Romeo. Allenatore: Colantuono 6.
Arbitro: Banti di Livorno 6.
Rete: 47' st Hamisk.
Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento per la morte del tifoso del Parma, Matteo Bagnaresi. Spettatori: 50.000 circa. Ammoniti: Domizzi, Blasi. Angoli: 6-4 per il Palermo. Recuperi: 2' pt e 4' st.
---------------------------------------

Un gol di Hamisk al 92' regala la vittoria al Napoli nel posticipo della 31esima giornata di serie A.
Una rete di testa, su assist di Lavezzi, che spezza l'equilibrio di una gara non bella, ma molto combattuta.
Per Colantuono, al ritorno sulla panchina rosanero dopo l'esonero di Guidolin, una sconfitta che brucia. Senza Biava, Rinaudo, Miccoli e Cavani, Palermo con il 4-4-1-1 con Amauri unica punta.
Assenze pesanti anche nel Napoli privo di Gargano, Mannini e Zalayeta. Calaiò- Lavezzi la coppia d'attacco.

San Paolo in silenzio (almeno i club organizzati) per lutto e per ricordare Matteo Bagnaresi, il tifoso del Parma morto oggi in un'area di servizio tra Asti e Alessandria.

Inizia bene il Napoli che al 5', con un colpo di testa di Domizzi, costringe Fontana in angolo.
Il Palermo replica con un sinistro di Balzaretti che, al 9', colpisce la traversa. I rosanero insistono, ci provano senza fortuna con Simplicio, Amauri (in tre occasioni), Migliaccio e Jankovic. Il Napoli si fa vedere con un destro di Pazienza.
Nella ripresa, al 4', Lavezzi, liberato da Calaiò, ha sul sinistro la palla dell'1-0 ma calcia male e spreca un'ottima chance. Al 23' Hamisk impegna Fontana su punizione.
Il Napoli insiste, ma la difesa del Palermo regge bene fino al 47' quando Hamsik di testa, su assist di Lavezzi, batte Fontana. C'è tempo anche per una traversa di Sosa, finisce 1-0 per il Napoli.


CATANIA - TORINO 1-2
Catania (4-3-3): Polito 6, Sardo 5.5, Silvestri 6, Silvestre 6.5, Vargas 6.5, Baiocco 6 (42' st Izco sv), Edusei 5.5 (18' st Martinez 5), Tedesco 5.5, Colucci 5.5 (33' st Pia' sv), Spinesi 6, Mascara 6. (18 Rossi, 3 Sabato, 4 Sottil, 22 Alvarez). All. Baldini 5.5.
Torino (4-3-2-1): Fontana 6.5, Motta 6.5, Di Loreto 5.5 (1' st Lanna 6), Dellafiore 6.5, Pisano 6, Diana 6.5, Zanetti 6.5, Grella 6, Rosina 7 (40' st Corini sv), Recoba 6 (15' st Di Michele 6.5), Stellone 6.5. (89 Gomis, 20 Bjelanovic, 24 Asamoah, 33 Rubin). All. Novellino 7.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.
Reti: nel pt 3' Spinesi, 5' Diana, nel st 18' Di Michele.
Note: angoli 11-1 per il Catania. Recupero 1' e 4'. Ammoniti Grella, Lanna e Zanetti per gioco falloso, Baiocco e Motta per proteste, Di Michele per comportamento non regolamentare, Mascara per simulazione. Spettatori 16.955, incasso 50.798 euro.
--------------------------------------

E' crisi per il Catania. La sentenza è severa e ad emetterla è il Torino portando via tre punti di importanza fondamentale per allontanarsi dalla zona calda della classifica.
Interrotta la scorsa settimana la serie negativa di nove sconfitte esterne di fila, i rossazzurri, fischiati dai tifosi a fine gara, si ritrovano in una situazione molto difficile perdendo la sfida che, nelle intenzioni della società, avrebbe dovuto lanciare lo sprint verso la salvezza.
Al Massimino, invece, va in modo ben diverso. Il coraggio di Novellino, che nella ripresa rimpiazza Recoba con un attaccante, Di Michele, viene premiato con una rete del nuovo entrato e suggella una prestazione attenta dei granata.
Gli etnei ci mettono cuore e corsa, ma buttano via il gol immediato di Spinesi facendosi riacciuffare subito e poi, pur costruendo più di un'occasione, peccano di lucidità sotto porta. E adesso la situazione di Baldini è tutta da verificare.

L'avvio di gara è folgorante. In soli 5', il punteggio è già sull'1-1. Il Catania passa dopo appena 2'24 con un colpo di testa di Spinesi su angolo di Mascara, il Torino replica nel giro di due minuti con Diana, colpevolmente dimenticato dalla difesa di casa e libero di battere Polito su servizio di Recoba, attivato da una buona iniziativa di Rosina.
Il rapido botta e risposta spiana la strada a un primo tempo vivace. I rossazzurri provano a insistere, ma hanno qualche problema a controllare il movimento tra le linee di Rosina, che parte da sinistra ma svaria su tutto il fronte d’attacco, e Recoba, autore, al 16’, di un sinistro dalla distanza respinto da Polito.
Tedesco non trova la porta due minuti più tardi dal limite, quindi è ancora Rosina a farsi notare con un’accelerazione conclusa da un tiro di poco fuori. Recoba ci riprova con suo sinistro a metà frazione, ma trova ancora Polito pronto a deviare: sull'angolo che segue, Motta di testa precede tutti spedendo però la palla sul fondo.
I granata costruiscono un'altra occasione con Stellone, servito da Recoba, poi è il Catania a venire fuori sfiorando due volte il vantaggio: Mascara, al 36’, alza di testa a un metro dalla linea su cross di Baiocco; Tedesco fa altrettanto in spaccata su traversone di Colucci. L’ultimo guizzo prima che si vada negli spogliatoi è degli ospiti con Zanetti, la cui incursione in area mette in imbarazzo Polito.

Nella ripresa sono i padroni di casa ad assumere l’iniziativa alzando il ritmo e guadagnando campo. Uno spunto di Colucci, bravo a liberarsi di Pisano, si conclude con un destro sulla traversa. Poco dopo, sugli sviluppi di un corner, un bel sinistro di Vargas finisce d’un soffio fuori.
Novellino rimpiazza Recoba, che non la prende bene ed esce senza neppure passare dalla panchina, con Di Michele e la mossa paga. E’ il 18’ quando il nuovo entrato, servito da Rosina sul filo del fuorigioco, si presenta solo davanti a Polito, lo evita e mette la palla in fondo al sacco.
Baldini prova a giocare la carta Martinez, ma i catanesi accusano il colpo. Vargas ritenta il sinistro al volo dal limite e per pochi centimetri non trova la porta. I pressing dei locali è generoso. Un rasoterra di Spinesi non crea problemi a Fontana.
Baldini tenta il tutto per tutto e butta nella mischia pure Pià passando al 4-2-3-1. Spinesi ci riprova su assist di Martinez, ma Fontana gli chiude lo specchio della porta. Niente da fare neppure per Martinez, che si vede respinta da Dellafiore una conclusione in area.

Il Torino agisce di rimessa: un destro alto di Motta chiude un contropiede pericoloso. Dopo un sinistro sballato di Vargas, servito involontariamente da Fontana con un’uscita maldestra, è ancora Di Michele in contropiede ad andare vicino alla rete con un tiro da posizione defilata che si perde sul fondo.
Nel finale, il Catania protesta per una caduta in area di Mascara, ammonito per simulazione, e poi recrimina per l'ultimo affondo di Spinesi, sul quale Fontana salva porta e risultato.

Fonte: La Sicilia

- La classifica di serie A

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 marzo 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE