Messico-Italia 1-1, gli azzurri passano il turno

13 giugno 2002
La diretta
Siamo secondi nel girone Affronteremo negli ottavi il 18 giugno a Daejon alle 13,30 ora italiana la vincente del girone D (Sud Corea, Usa o Portogallo)
Commento alla fine Alex Del Piero regala un gol che scaccia le streghe dopo 85 minuti di grande sofferenza, il Messico gioca meglio, sbagliamo molte occasioni da gol, ci innervosiamo quando in avvio il solito erroraccio di un guardalinee ci toglie un gol valido. E quando Borgetti, un tiro e un gol, segna... non si sa più a che Santi votarsi.
I santi, in verità, sono quelli dell'Ecuador, che fermano la Croazia. Ma va detto che Alex Del Piero dimostra sangue freddo e un colpo decisivo, lontano anni luce dall'amarezza di Rotterdam. Se con la Croazia ci sono voluti tre gol per averne uno valido, oggi ne abbiamo segnati due per uno. La regola non cambia
Onore al Messico, gioca una partita di grandissima attenzione, va vicina al raddoppio almeno quanto noi sprechiamo occasioni a scala industriale. Va bene così: Italia qualificata, è stata una grande faticaccia, abbiamo addosso, noi e voi come gli azzurri, tutta l'umidità del Big Eye di Oita
Il segno del Trap Un gesto evidente ai suoi: è finita l'altra gara, siamo qualificati. Non c'è più cronaca da raccontare

45' Quattro minuti di recupero, fallaccio di Zambrotta su Blanco, melina finale: bruttina, indubbiamente, anche se decisiva. E' finita, l'Ecuador e Del Piero ci regalano la qualificazione
45' Buffon al rinvio, l'Ecuador è ancora in vantaggio, così l'Italia è qualificata
42' Il Messico ora sembra accontentarsi del pareggio, l'Italia controlla la situazione
Il gol con dedica Del Piero alza il dito al Cielo esultando, dedica evidente al padre scomparso recentemente
40' Cross di Montella, di testa Del Pioero si avventa sulla sfera e insacca nell'angolino!
40' Ha segnato Del Piero!!
39' Montella calcia la punizione dal limite sulla barriera, l'azione prosegue, cross al centro, Montella è sul pallone all'altezza del dischetto del rigore, altissimo. Roba da non crederci!
38' Del Piero conquista una punizione al limite dell'area, centralmente
37' Un altro cross di Alex, sul secondo palo: siamo sotto e in area c'è un solo attaccante!!
36' Del Piero, guizzo per il cross, Perez anticipa Vieri
35' Palencia rileva Borgetti
34' Cross respinto, esce il medssico, Nesta mette fuori
33' Del Piero conquista un corner
32' Del Piero rileva Totti
31' Zambrotta calcia dal limite, tiro telefonato!
30' In campo Garcia e Caballero, fuori Rodriguez, Morales
30' Ragazzi, che sofferenza!!
29' Torrado calcia dalla distanza, palla "sporcata" da Nesta, blocca Buffon
26' Italia lunga e stanchissima, la tensione nervosa ci sta tagliando le gambe. Ora Totti cerca in profondità Vieri, il bomber calcia su Perez, un'altra palla gol sprecata. Montella dalla bandierina, inguardabile
24' Sponda di Vieri, al limite, non c'è nessuno al limite, il messico libera
22' Cross, Perez esce scomposto, non ne approfittiamo. palla messa fuori, recupera Montella, serve Zambrotta, lo juventino va sul fondo, crossa, Totti stoppa ma non trova il tempo per calciare nel cuore dell'area
22' Con grande sofferenza conquistiamo un angolo
21' Si scalda Del Piero, Montella formato... John Wayne, uno contro tutti: cerca due volte azioni personali, non va bene

20' Un'altra manovra precisa del Messico, liberato al tiro Blanco, tiro dal limite, alto
19' Va a segno Montella su assist di Totti, segnalato un fuorigioco che stavolta c'era
18' Coco rileva Panucci
17' Montella chiamato in causa fa tutto da solo e finisce per perdere il pallone
16' E il Messico ci fa ancora venire i brividi: Rodriguez spara dal limite in diagonale, palla fuori
15' Zanetti atterra Borgetti dovendo rientrare frettolosamente su errore di maldini in costruzione
14' Il pericolo corso in precedenza sembra averci paralizzato: Nesta lancia ancora in profondità, fuori misura
13' Morales dalla distanza, un bel tiro di esterno, alto sopra la traversa, si scalda anche Coco. ma l'Italia dà segnali preoccupanti: abbiamo smesso di giocare palla e cerchiamo solo i lanci lunghi
11' E l'Aeroplanino stabilisce un record, commette fallo e in una manciata di secondi è già ammonito
11' Montella rileva Inzaghi
10' Zambrotta in ritardo su Morales, scatta il giallo, giusto! 9' Buffon si tuffa sui piedi di Arellano, liberato davanti a lui da uno splendido tocco del solito Blanco, sulla linea Cannavaro libera. Brivido!
7' Carmona stende Totti, punizione, Totti serve Zambrotta, lancio in area, Inzaghi fa da sponda, secondo l'arbitro commettendo fallo.
6' Si scalda Montella, questa di Inzaghi era davvero una grande possibilità. Arellano in replica, cross, blocca Buffon
5' Tommasi recupera palla, Totti serve Inzaghi, controllo fallito in area di rigore, Perez gli toglie il pallone in uscita, occasione mancata! 3' Ora Maldini atterra Borgetti sulla trequarti azzurra, ma l'Italia respinge, Inzaghi s'invola ma viene fermato in area di rigore, rimpallo che non gli è propizio
2' L'Italia insiste: punizione di Totti. Repsinta, palla a Nesta, traversone, blocca Perez
1' Luna libera sulla linea, intanto l'Ecuador è andato in vantaggio!
1' Inzaghi conquista un angolo
Ripresa al via Palla all'Italia. Cambi: nessuno

Fine primo tempo Commento al riposo: il peggior modo di essere in svantaggio: cioè dopo aver fatto la partita per tutto il primo tempo, o meglio, aver sì lasciato il possesso palla all'attento e ordinato centrocampo messicano, forte del vantaggio in classifica, dunque della tranquillità, ma dopo aver azionato contropiedi ficcanti, aver anche segnato un gol validissimo, annullato dall'errata segnalazione del guardalinee (dacci oggi il nostro errore quotidiano!!)
Va detto che il Messico gioca discretamente, ma non affonda quasi mai, cerca la precisione e segna un gol da incorniciare. Ma l'Italia si porta in campo le scorie della gara precedente, c'è indubbiamente nervosismo, la situazione è grave, ma non seria. Ecuador-Croazia hanno chiuso la prima parte sullo 0 a 0. Se finisse così, anche un pari qualificherebbe l'Italia. Un Italia che attacca e crea molte possaibilità di segnare, la più nitida capita sui piedi di Tottio, che calcia fuori. Un Totti mai visto così teso. sente molto l'impegno e appare meno brillante del solito. Ci va male ma ci poteva anche andare peggio: Cannavaro ha salvato in extremis su Borgetti, lanciato verso il raddoppio. E allora sì la cosa si sarebbe davvero compromessa
46' Primo di due minuti di recupero, Zambrotta si libera ma calcia ampiamente fuori. In precedenza mischia in area del messico, su azione d'angolo, il guardalinee segnala fuorigioco: di chi?
43' Si innesta il contropiede ma Totti porta palla e si getta sul contrasto corretto di Marquez, amminito anche il romanista
43'Borgetti liberato sotto misura può tirare a colpo sicuro, cannavaro gli si tuffa davanti ed libera, respingendo una chiara occasione da gol
42' Cardona si sgancia, riceve al limite dal centravanti Borgetti e calcia in diagonale, fuori di poco
40' Vieri controlla di petto per Zambrotta che in scivolata calcia alto: peccato, c'erano Inzaghi e Totti liberissimi in area sulla sinistra
39' Marquez colpito casualmente da Vieri esce e si fa medicare dopo essere rimasto abbondantemente steso sull'erba umida di Oita
36' Potete immaginare l'effetto detonante del gol sugli umori dei giocatori, il Messico cresce: bisogna dire che aveva pensato solo a girar palla senza andare molto in penetrazione. Poi, primo affondo della sua partita e torsione perfetta del centravanti, sotto misura, in elevazione
Il gol Una splendida realizzazione di Borgetti su traversone teso di Blanco, deviato in bello stacco dall'unica punta messicana, un colpo di testa messo sull'angolino basso, dalla parte opposta, Buffon non poteva arrivarci
34' e a sorpresa segna il Messico: Borgetti
33' Totti cerca Vieri, tiro in diagonale dal limite che diventa un assist per Inzaghi, è bravo Vidrio a liberare in tackle scivolato
31' Marquez stacca su lancio di Totti per Inzaghi
30' Totti cross, respinge il portiere. E ancora un corner. Totti stavolta cerca direttamente il tiro, palla sopra la traversa, sul palo lontano
29' Inz 28' Ennesimo cross molto teso di Panucci, imprendibile
27' Panucci effettua un traversone teso sul secondo palo, troppo alto per Vieri
26' Imperiosa uscita d'anticipo di Nesta poi fermato a centrocampo con un fallo
24' Cannonata di Totti, splendida esecuzione rasoterra, il pallone sibila sulla destra di Perez, a centimetri dal la base del palo!!
23' Marquez colpisce Inzaghi sulla caviglia, punizione sulla tre quarti
22' Nuova splendida combinazione tra i tre che giocano davanti: Totti di testa libera al volo Vieri, tiro dal limite, potente ma centrale. Perez blocca
21' Nesta anticipa Borgetti e si prende un colpo in faccia. Simon rileva la punizione, non c'era volontarietà
20' Inzaghi fermato in tackle basso al limite dell'area, poi Tommasi perde palla
19' Occasionissima per Totti, Inzaghi lo trova liberissimo davanti a Perez, il portiere gli si butta sui piedi, il nostro asso stavolta mette fuori e si dispera
18' Il cross di Totti è largamente fuori misura. Rimessa dal fondo per Perez
17' Torrado calcia dalla distanza, alto. Trap protesta visibilmente con il guardalinee dalla sua parte: non è quello che ha indicato la posizione irregolare di SuperPippo. Panucci messo in movimento da Vieri, roissa e ottiene un corner
15' "Sassata" di Vieri, azionato al limite dell'area da Totti, palla appena alta.
15' Angolo per il Messico, svetta Panucci e libera, Blanco da spettacolo... da circo, l'azione messicana, però, sfuma sul fondo
12' Totti pesca in profondità Inzaghi che infila: segnalato fuorigioco, molto molto dubbio. Un giocatore del Messico, sul vertice alto dell'area di rigore, forse un azzurro lo copriva alla visuale del guardalinee, teneva in gioco il nostro attaccante
11' Inzaghi ha un buon guizzo, il messico gioca col libero e Cardona ferma il nostro attaccante, poco dopo cercato in profondità: segnalato un fuorigioco dal guardalinee malese
9' Panucci entrra in area e si lascia andare per terra, ammette di non essere toccato dall'avversario sul piede, ma questo non è sufficiente a evitare il cartellino per simulazione
8' palla persa da Totti, lunga e precisa preparazione del cross da parte del Messico, effettuato da sinistra, Nesta libera in anticipo
7' Vieri fa da sponda per Inzaghi, il centravanti prova a concludere dai trenta metri, tiro molliccio, blocca l'estremo messicano
6' Lancio per Totti, in profondità, Italia un po' "tirata" in questo avvio, il nostro rifinitore non controlla: palla sul fondo
6' Cannavaro con le cattive su Blanco, ammonito: il parmigiano non giocherà la prossima gara
5' Il Trap è agitatissimo
3' Arellano scatta, va sul fondo, Panucci non riesce a chiudere lo specchio del cross, effettuato, in tuffo libera Nesta e Panucci stesso perfeziona l'alleggerimento
2' Arellano finisce subito sul taccuino di Simon per aver steso Panucci (che gioca a sinistra). Punizione, batte Totti, respinta, arriva Nesta e scarica un tiro ampiamente fuori misura

Si comincia! Dopo gli inni è il momento di cominciare. Calcio d'avvio in favore del Messico. Via!

Uno stadio tinto di azzurro Lo stadio di Oita presenta macchie enormi d'azzurro, uno striscione dà la carica: "Pronti alla morte", ci sono 25 gradi e un'umidità superiore al 70 per cento. Le squadre fanno il loro ingresso in campo, l'Italia giocherà con la maglia bianca e i pantaloncini azzurri, Messico con maglia verde e profili rossi, pantaloncini bianchi.

Ore 13,05: Nesta gioca Continua il riscaldamento del capitano laziale, arriva ora l'annuncio ufficiale: Nesta sarà del match fin dall'inizio
Gioca Zanetti Trap sceglie il 4-3-1-2, Doni si accomoda in panchina, Gattuso, che alcuni pensavano giocasse dal 1', lascia spazio a Cristiano Zanetti
Tensione, emozione o che? Aspettiamoci un Messico combattivo e brillante, dovremo fare la nostra parte. Ci si hiede se la Nazionale sia tesa, se senta la responsabilità... Mah: se è troppo rilassata e sorridente, come alla viglia del match con la Croazia, non va bene. Se davvero l'euforia del debutto ci ha giocato un brutto tiro in gara2, meglio sapere a cosa si va incontro. E scegliere la tensione ma anche la concentrazione e l'attenzione
Nesta sì o Nesta no? Il dilemma sarà sciolto solo al calcio d'avvio: l'Italia di Oita sta facendo riscaldamento a mezz'ora dal fischio di apertura e c'è anche il laziale. Giureremmo che farà di tutto per giocare, che comincerà al suo posto, dolore o meno. Ma l'annuncio, sebbene la formazione ufficiale sia stata già diramata, sarà dato solo pochi istanti prima del via
O si fa l'Italia... Finalmente si gioca: un urlo di liberazione dopo le teorie e le parole, a fiumi, spese in Italia e in Giappone, nelle "tribune politiche" e al bar, dopo la sconfitta con la Croazia
Finalmente si gioca: e in fondo ci aiuta il fatto di non dover fare calcoli. L'Italia deve vincere, anche se esistono remote possibilità che pure gli altri risultati possano promuoverci al turno successivo
Trapattoni ha scoperto cosa significhi fare il ct: non ha cambiato la formazione, dopo il debutto vincente e in occasione della Croazia, ed è stato aspramente criticato.
Avesse cambiato la squadra, e il risultato fosse stato lo stesso, sarebbe stato criticato per aver cambiato una squadra che aveva vinto con l'Ecuador. Non a caso nel Bel Paese i ct nascono come i funghi...
Bisogna vincere, l'attesa è spasmodica in tutta Italia, il Paese si fermerà tra le 13,30 fino al fischio di chiusura. E quando Simon darà il fischio d'avvio, anche i discorsi oziosi e banali come la cosiddetta "compensazione" (ma sarà vero che il discorso l'ha tirato fuori un dirigente sportivco di altissimo livello da 40 anni a questa parte??), saranno dimenticati.

Bisogna vincere: anche contro la stupidità

Fonte: Cnn-Kataweb

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 giugno 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia