Sciopero della fame dei lavoratori Anfe di Enna

"Siamo allo stremo! Da 9 mesi senza stipendio e sfiancati da una situazione umiliante che dura da anni"

02 dicembre 2013

I dipendenti dell'Anfe regionale di Enna hanno annunciato in una nota che da oggi, lunedì 2 dicembre 2013, "occuperanno l’ente e inizieranno lo sciopero della fame per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi".
Nonostante i proclami della Regione, che aveva promesso, a metà novembre, che avrebbe attivato la macchina organizzativa per onorare il suo debito, ancora e a pochi giorni dalla chiusura della cassa regionale nulla è stato fatto. I dipendenti di Enna rivendicano 9 mesi di stipendio.
"Siamo allo stremo - dicono - E' da tre anni che viviamo grazie agli aiuti di madri e parenti. E’ umiliante anche perché abbiamo continuato a lavorare raggiungendo anche altre sedi e sempre senza soldi".
I lavoratori hanno annunciato che, come prima azione, procederanno ad oltranza allo sciopero della fame fino a quando non avranno atti concreti e credibili dal presidente della Reggione Siciliana Rosario Crocetta.
"Vogliamo sapere come e quando risolveranno un problema che coinvolge migliaia di lavoratori. Da tre anni assistiamo ad un balletto di proposte di riforma che non hanno portato a nulla. E tutto questo solo e semplicemente sulle spalle dei lavoratori".
I lavoratori di Enna invitano i colleghi siciliani ad aderire alla protesta.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 dicembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia