Via alla corsa più antica del mondo

Parte la 86a edizione della Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia

18 aprile 2002
La storia della  Targa Florio è la storia dell'automobile e della Sicilia, il simbolo di uno dei periodi più intensi e positivi, di un momento nel quale l'Isola era animata da grandi fermenti economici, culturali e sociali.

Iniziava quando Palermo era capitale contemporaneamente del liberty e dei motori e la Sicilia al centro dell'attenzione del mondo, con re, principesse, capitani d'industria, pittori e scrittori tutti ad ammirare e partecipare all'amatissima corsa…

E siamo all'edizione numero 86 della corsa che vanta il primato mondiale di longevità: la Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia, in programma da oggi al 20 aprile e valida come quarta delle dieci prove del Campionato italiano.

Un'edizione di transizione quella quest'anno, in attesa di un meritato supporto finanziario da parte degli Enti locali, che tuteli l'enorme valore storico e sportivo di una gara, anzi dell'unica manifestazione siciliana, nota in tutto il mondo ormai da quasi un secolo.

Il tracciato della Targa Florio - tutto sulle Madonne - nella sostanza ricalca quello della passata edizione con qualche variazione nella successione delle prove speciali, che saranno complessivamente 17 - nove nella prima e otto nel corso della seconda tappa - nella quale scenderanno in lizza anche gli equipaggi del neonato Trofeo Fiat Stilo Abarth.

Prova di apertura, la "Collesano":  una prova abbastanza lunga (la 3^ della gara), che ricalca quasi interamente la vecchia "Isnello" e parte nei pressi di Lascari sulla strada che porta a Collesano.
A seguire i concorrenti affronteranno la prova di Castelbuono, fra le più antiche del rally di Sicilia, e la classica "Ferla" che conclude il trittico della prima tappa (ogni prova verrà affrontata 3 volte) e riporta i concorrenti sulla costa.

Concluse le prime 9 prove della tappa di venerdì i concorrenti rimasti in gara faranno ritorno a Palermo, dopo aver fatto sosta al Parco Assistenza presso il Consorzio Asi di Termini Imerese, dove sono allestiti la Direzione Gara ed anche un Press Point per le informazioni.

Si ripartirà all'alba di sabato per affrontare i 423 km della seconda tappa, che di prove speciali ne prevede una in meno della prima tappa ma con un maggior numero di chilometri di tratti cronometrati.
Sulle prove di Montemaggiore e della "Targa 2002" si risolveranno sicuramente i duelli in corso ed anche le battaglie nell'equilibrato Trofeo Fiat Stilo Abarth. Queste due prove speciali saranno percorse tre volte ciascuna mentre due soli passaggi verranno fatti sulla "Termini", accorciata di tre km esatti rispetto al passato.

Auguri a tutti i team partecipanti

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia