Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dopo quasi 40 anni riapre a Siracusa la Grotta dei Cordari

La grotta si trova all'interno della "Latomia del Paradiso" nella Neapolis di Siracusa

12 luglio 2021
Dopo quasi 40 anni riapre a Siracusa la Grotta dei Cordari
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Riapre oggi, lunedì 12 luglio, all'interno della Neapolis di Siracusa, dopo quasi quarant'anni dalla chiusura, la Grotta dei Cordari che per tre secoli, e fino al 1983, ha rappresentato il luogo dove i siracusani hanno prodotto le corde con il sistema tradizionale della ruota a mano, favoriti in questo dalla naturale umidità e dall'ampiezza del luogo che permetteva loro di stendere le fibre vegetali e trasformarle in fili.

La grotta, poco distante dall'Orecchio di Dionisio, si trova all'interno della "Latomia del Paradiso", nell'area monumentale della Neapolis di Siracusa nota sin dall'età greca come cava di pietra e prigione e, secondo quanto tramandato dagli storici, trasformata successivamente in giardino, un "paradiso" di alberi di limoni e aranci tipici del paesaggio siciliano.

La Grotta dei Cordari

La Grotta dei Cordari, con i suoi straordinari effetti scenografici e la successione di ampie "stanze" dalle tinte policrome arricchita dalla vegetazione di muschi e capelvenere che crea singolari giochi di luce, scandita da pilastri e falsi pilastri amplificati dalla presenza di acqua, di carattere meteorologico o proveniente da alcune falde e tratteggiata dai segni lasciati nel tempo dalla punta dei picconi che in antico estraevano la pietra, è ancora oggi uno tra i più suggestivi ambienti naturali della Sicilia.

La Grotta dei Cordari

Insieme alla Grotta dei Cordari torna ad essere visitabile anche l'adiacente Grotta del Salnitro così chiamata perché, come narra D. V. Denon, vi veniva lavorato il salnitro, un deposito costituito da sali minerali che si trova sulle pareti umide della grotta; la monumentale imboccatura è coperta da un gigantesco masso della volta crollato sul quale sono visibili, in forma quasi di gradinata, i piani di stacco dei blocchi calcarei, segno tangibile dell'estrazione della pietra da questa cava.

INFO
L'area monumentale della Neapolis è aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.45 con chiusura della biglietteria alle 18.30. Le prenotazioni vanno effettuate sul sito www.aditusculture.com
Da lunedì 12 luglio, si applicano le nuove tariffe d'ingresso che includono tutto il parco, inclusa la Grotta dei Cordari e la Tomba di Archimede: biglietto intero € 13,00 - Ridotto € 6,50 - Biglietto intero cumulativo comprensivo del museo Paolo Orsi € 18,00 - Biglietto ridotto cumulativo con museo Paolo Orsi € 9,00.

Latomie, prigioni di pietra (Guidasicilia)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 luglio 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE