''Progetto Città'' una vetrina nazionale per la Catania del futuro

Il Capoluogo etneo del domani in una mostra d’architettura, urbanistica e delle tecnologie e dei servizi per lo sviluppo del territorio

22 febbraio 2003
Il comune di Catania è stata presente con un suo stand a ''Progetto Città'', la mostra dell’architettura, dell'urbanistica, delle tecnologie e dei servizi per lo sviluppo del territorio, che si concluderà oggi, 22 febbraio, alla Fiera di Milano.

Tanti i progetti presentati ma tutti con una denominatore comune: lo sviluppo di Catania nell’ambito del suo ruolo mediterraneo ed europeo. 

A presentare l'idea del ''Progetto Catania'', sono stati il vicesindaco Raffaele Lombardo e l’assessore Ignazio De Mauro, nelle prime sessioni previste nel corso della ''rassegna''.
Uno stand molto curato e di grande qualità, quello etneo, che ha suscitando una grande intersesse in numerosissimi visitatori. Un ottimo investimento in termini di marketing territoriale per Catania, per le sue possibilità di sviluppo.

Ieri (21 febbraio) la visita ufficile alla Fiera di Milano del sindaco di Catania Umberto Scapagnini, proprio al termine dei lavori del parlamento europeo, sia per presiedere una tavola rotonda sul ''Facility Manager'', cioè sulle specifiche competenze per accrescere l’efficienza e la produttività delle aziende pubbliche e private, sia per completare il quadro della progettualità catanese.

Milano, quindi, posta al crocevia delle più importanti ''rotte'' economiche, imprenditoriale e commerciali del mondo intero, è diventata l’ottima vetrina per la nuova ''Idea Catania''.

Tre le aree tematiche di sviluppo che sono state approfondite grazie allo stand e alla presenza nei vari seminari: Urbanistica - Architettura e Restauri - Verde, Arredo e Riqualificazione Urbana.
Per l’Urbanistica presentato il Piano urbanistico attuativo della variante Catania Sud - Plaja, il progetto preliminare della circonvallazione e del lungomare, programma integrato di intervento San Cristoforo Sud, Piano di recupero di San Berillo.

Per l'Architettura e Restauro, il progetto di restauro dell’ex Conservatorio San Vicenzo De' Paoli – Fondazione Ceur e dell'ex Manifattura Tabacchi.

Per il Verde, Arredo e Riqualificazione Urbana, il progetto delle piazze Botaniche con la riqualificazione funzionale ed architettonica di piazza delle Universiadi; la riqualificazione delle piazze Teatro Massimo e Ignazio De Roberto; la creazione del parco urbano di Librino, il restauro del Giardino Bellini; la riqualificazione di strade e piazze pedonali del centro storico.

Gli altri progetti in mostra hanno riguardato la zona costiera del Caito; piazza Europa, piazza Borsellino, piazza Cavour e piazza Jolanda; il sistema informatico di controllo interno dello stadio di calcio ''A. Massimino''; il Piano di Zona di Librino; il progetto ''Cresce la città dei bambini'', cinquanta bambinopoli che serviranno a migliorare la qualità della vita; i lavori di rifacimento e di ristrutturazione di via Etnea e delle piazze Duomo, Università e Stesicoro.

Quattro giorni, dunque, in cui Catania ha potuto mostrare il meglio di sé, dei suoi progetti, del suo futuro, ad una folla di operatori, imprenditori, politici, giornalisti.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 febbraio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia