A Monreale è quasi distrutta la cantina sociale Kaggio tolta alla mafia

Era stata consegnata al Comune solo da qualche settimana

31 dicembre 2002
I funzionari che si sono recati di recente sul posto, per inventariare i materiali, hanno trovato quasi tutto distrutto: porte divelte, vetri rotti, impianti elettrici strappati dalla loro sede originaria.

Spariti due gruppi elettrogeni del peso di diversi quintali, quattro frigoriferi e delle macchine utilizzate per la lavorazione e la conservazione delle uve: i danni, secondo una prima stima, ammonterebbero a diverse migliaia di euro.

Delusione è stata espressa dal sindaco di Monreale - presidente del Consorzio Sviluppo e Legalità - il quale ha affermato che sono state sottovalutate le ripetute denunce inviate al Comando dei Carabinieri.

Il sindaco ha chiesto al Prefetto di nominare una commissione straordinaria che possa accertare, si spera in tempi abbastanza brevi, le eventuali responsabilità gestionali e le omissioni di chi era stato preposto al controllo della cantina sociale Kaggio.

Tutto, secondo quanto dice il sindaco, poteva essere evitato con un passaggio di consegne più celere al Comune di Monreale oppure con una  attenta vigilanza diurna e notturna. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 dicembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia