Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Approvato dal Senato il decreto per la stabilizzazione dei precari catanesi

06 ottobre 2005

E' stata approvato dal Senato, ieri pomeriggio a Roma, facendolo diventare legge, l'articolo 4 del decreto legge del 17 agosto 2005 n. 163, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 18 agosto 2005, che consente alla città di Catania di poter accedere all'erogazione di 36 milioni di euro previsti quale premialità per le città metropolitane che abbiano in maniera attiva, avviato la soluzione dell'annoso problema del precariato.
Come si sa, Catania è in prima fila in questo settore, avendo stabilizzato oltre un mille lavoratori precari, all'interno della pubblica amministrazione e delle società parallele. La legge è stata approvata dall'Aula di Palazzo Madama da una maggioranza compatta ed è stata seguita con particolare intensità da parte della nostra rappresentanza catanese dei senatori Pino Firrarello, Domenico Sudano e Guido Ziccone.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Umberto Scapagnini, che a sua volta in questi mesi si era battuto in tutte le sedi istituzionali possibili, affinché anche ''il capoluogo etneo potesse usufruire almeno di una premialità così come prevista all'interno dell'art. 4 del decreto legge n. 163 dell'agosto 2005, anche se sottoforma di  'una tantum', a differenza di quanto si verifica dal 1988 per le città di Napoli e Palermo che vedono addirittura un'apposita posta fissa in Finanziaria, per il pagamento dei precari e dei disoccupati organizzati''.
''La soddisfazione - ha detto aggiunge il sindaco Scapagnini - non è soltanto legata al notevole importo economico, ma anche al riconoscimento da parte del Governo nazionale di strategie sociali che vedono al primo posto l'attenzione verso le fasce deboli e più esposte dei lavoratori''.
''E' un grande successo - commenta il responsabile della Task force Lavoro Lino Leanza - dell'Amministrazione catanese che è diventata un vero modello per il resto d'Italia per quanto riguarda l'impegno e le modalità con cui ha affrontato e risolto il problema del precariato''.

Comune di Catania

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 ottobre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia