Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dalla Regione Sicilia. Arrivano i fondi per la prima casa, e cambia il sistema del ticket sanitario

Agevolazioni per gli sposi che vogliono acquistare un alloggio. Da luglio si pagherà 2 euro a farmaco

23 giugno 2004

Di seguito due notizie dalla Regione Siciliana

Fondi per la prima casa.
È stata approvata all'Ars la variazione alla legge regionale sulla famiglia che consente di far partire le agevolazioni per gli sposi che vogliono acquistare la prima casa.
Il provvedimento, oggetto di un decreto dell'assessorato alla Famiglia, che adesso potrà essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione, prevede l'abbattimento totale degli interessi sui prestiti quindicennali per l'acquisto della prima casa.
I mutui non dovranno superare gli 80 mila euro, mentre per i residenti nelle città di Palermo, Messina e Catania la somma è elevata a 100 mila euro.

Destinatarie delle agevolazioni saranno le coppie che abbiano contratto matrimonio da non più di tre anni o abbiano intenzione di farlo entro un anno dalla presentazione della richiesta.
Per essere ammesse le famiglie devono risiedere o lavorare in Sicilia, nel comune in cui si intende acquistare la casa o in un luogo che non disti più di trenta chilometri e dimostrare un Indicatore di situazione economica equivalente (il cosiddetto reddito Isee) compreso tra 12.500 e 26 mila euro.
Questo vuol dire che saranno ammesse anche coppie con un reddito più alto se si trovano con figli o anziani a carico.
Per fare un esempio, se la giovane famiglia è composta da tre persone, il reddito dovrà essere moltiplicato per un coefficiente di 2,04: dunque, potrà godere dell'agevolazione anche una famiglia con un reddito di 50 mila euro.

In attesa ancora della firma del presidente della Regione, invece, l'altro decreto previsto per l'attuazione di un altro punto della legge sulla famiglia, quello per l'abbattimento totale o parziale degli interessi sui prestiti quinquennali di importo non superiore a 25.000 euro, chiesti dalle giovani coppie già unite in matrimonio da un anno o che intendono farlo entro un anno. 

Cambia il sistema del ticket sanitario.
Dal primo luglio cambierà nuovamente il sistema del ticket sanitario. Si pagherà due euro a farmaco. Stessa cifra per ogni prescrizione di analisi di laboratorio ed esami specialistici. La commissione Sanità dell’Ars ha, infatti, dato via libera alla circolare dell’assessore Ettore Cittadini. Venerdì prossimo dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Abolita l’autocertificazione per l'esenzione del ticket. Arriva, invece, la cosiddetta certificazione Isee che viene rilasciata dall'Inps, dai Comuni e dai Caf.
Per l’esenzione la soglia adesso è 7000 Isee, da non confondere con 7000 euro di reddito. In pratica, l’esenzione dall’obbligo di pagare il ticket non dipende più solamente dallo stipendio dell’assistito, ma anche dal numero di componenti della famiglia e dal patrimonio complessivo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 giugno 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE