Dopo Italia 90 arrivano 33 milioni di euro per impianti sportivi siciliani

06 luglio 2002
Per la prima volta, dopo i Mondiali di calcio del '90, in Sicilia si aprono nuovi cantieri destinati alla realizzazione di strutture sportive.

Gli impianti, alcuni dei quali dovranno essere costruiti ex novo altri solo ultimati, riguardano complessivamente 40 comuni di tutte le province siciliane, a esclusione di Enna e Ragusa.

Con un decreto firmato dall'assessore regionale Francesco Cascio, sono state infatti rimodulate le economie realizzate sugli interventi previsti in occasione di Italia 90.
In sintesi si renderanno disponibili oltre 33 milioni di euro (64 miliardi circa) di fondi statali provenienti dall'ex ministero del turismo.

I lavori dovrebbero partire entro i primi mesi del 2003, pena la revoca dei fondi ai comuni.

I progetti più importanti sono quelli relativi alla realizzazione dei due Palazzetti dello Sport a San Cataldo e a Piana degli Albanesi, per un costo unitario di circa 4 miliardi e mezzo di vecchie lire.

Sono 40 i comuni interessati dal provvedimento.
Otto in provincia di Catania: Milo, Misterbianco, Pedara, Giarre, Mascalucia, Mazzarone, Linguaglossa e Aci Catena.
Cinque a Caltanissetta: Campofranco, San Cataldo, Serradifalco, Bompensiere e Sutera.
Tre ad Agrigento: Cammarata, Campobello di Licata e Aragona.
Nove in provincia di Messina: Antillo, Castell'Umberto, Motta Camastra, Sant' Angelo di Brolo, Castelmola, Limina, Longi, Merì e Sant'Agata di Militello.
Undici a Palermo: Alimena, Camporeale, Isnello, Lercara Friddi, Piana degli Albanesi, Prizzi, San Giuseppe Jato, Campofelice di Fitalia, Casteldaccia, Castellana Sicula e Villafrati.
Tre a Trapani: Paceco, Gibellina e Petrosino.
Uno a Siracusa: Lentini.

L'assessore regionale allo Sport ha varato anche i cinque decreti che semplificano le procedure per l'erogazione dei contributi regionali previsti per il settore sportivo.

Gli oltre 5000 enti sportivi, ammessi ai benefici previsti dalle leggi regionali di settore e già inseriti nell' apposito piano regionale, potranno presentare un'unica autocertificazione agli uffici dell'Assessorato regionale Turismo.

Contestualmente, sarà pubblicato anche il piano di riparto dei fondi per l'anno 2001, che renderà possibile l'erogazione di 17.651.000 di euro destinati al sostegno dell'attività sportiva, dall' attività di base e promozionale, all'attività agonistica e professionistica degli enti siciliani inseriti nel piano.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia