Fondi alle amministrazioni provinciali dal governo Cuffaro

05 febbraio 2002
"Il presidente della Regione ha dimenticato l'esistenza delle Province regionali e sembra fare di tutto per ignorarle".
C'era scritto questo in una nota dell'Unione Province siciliane.

"Non si può interpretare diversamente - si legge nel comunicato - il suo silenzio alle reiterate richieste di un incontro con i presidenti delle Province …I presidenti delle Province - insiste l'Unione - esprimono grande disappunto per l'atteggiamento del presidente Cuffaro, che da oltre sei mesi non trova il tempo per incontrare i rappresentanti delle Province".

E dopo la protesta l'incontro c'è stato, nei giorni scorsi.
A Cuffaro sono stati illustrati alcuni problemi incontrati dai presidenti nella elaborazione dei bilanci.

Il più importante scaturisce dalla decurtazione di fondi per 49 milioni e mezzo di euro (circa 96 miliardi di lire) prevista dalla Finanziaria. Altre rivendicazioni sul tavolo, l'attuazione della legge sull'assistenza sociosanitaria e la soppressione delle aziende provinciali per il turismo.

Il presidente Cuffaro ha assunto l'impegno di affrontare i problemi e ha comunque assicurato che i fondi alle Province non saranno tagliati e anzi saranno incrementati. 
Le Province avranno tutte le competenze per il governo del territorio e altri fondi regionali per fare fronte ai nuovi compiti.
L'impegno è stato assunto dal presidente nel corso dell'incontro con il presidente dell'Unione regionale delle Province, Vincenzo Fontana, e con gli altri presidenti delle amministrazioni provinciali.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia