L'assessore regionale all'agricoltura ''la legge sulle quote latte danneggia la Sicilia''

''...e le regioni che in questi anni hanno rispettato le regole''

28 maggio 2003
Secondo l'assessore regionale all' agricoltura Giuseppe Castiglione, ''la legge sulle quote latte danneggia quelle regioni, come la Sicilia, che hanno grandi potenzialità e che in questi anni hanno rispettato le regole. Nonostante che il governo abbia dimostrato un'attenzione particolare per le isole, finalizzata a ridurre il danno della libertà di vendita delle quote, il nostro giudizio sul complesso della legge resta negativo''.

A suo giudizio, ''un riordino del settore andava fatto per avere più credibilità nei confronti dell' Ue. Tuttavia, i tentativi in sede di conversione del decreto legge sono falliti per l' intransigenza di alcuni regioni settentrionali e della Lega. Con la nuova legge, di fatto, vengono premiati solamente coloro che hanno prodotto in esubero e non come la Sicilia, che e' rimasta nella legalità e nel rispetto della norma, pur avendo potenzialità maggiori rispetto alle quote assegnate, ormai storicamente datate e non più aderenti alla realtà siciliana”.

Se il testo al Senato dovesse essere approvato nella stessa stesura della Camera, Castiglione annuncia fin da ora provvedimenti. ''Non vogliamo - afferma - che quote latte della Sicilia finiscano a regioni del Nord. Utilizzeremo tutti gli atti amministrativi di cui dispone la Regione per evitare e limitare al massimo il danno per il nostro sistema agroindustriale. Già in passato mi sono assunto questa responsabilità per evitare che quote importanti come quelle dei vigneti finissero fuori regione. Vogliamo impedire che economie deboli, come quelle delle aree meridionali, possano essere sopraffatte da investimenti di grandi realtà aziendali del Nord o peggio extranazionali. Se, invece, ci sono imprenditori del Nord, interessati alle nostre quote latte, vengano ad investire e produrre direttamente nella nostra isola. Il governo regionale farà di tutto per sostenere questa nuova cultura di impresa”.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia