L'Europa ''a venticinque''

Ad Atene la storica cerimonia della firma dei trattati di adesione all'Ue di 10 nuovi stati membri

16 aprile 2003
Da ieri Atene è una città blindata.

Nella sua zona centrale e nelle vicinanze ci sono oltre 10.000 poliziotti a garantire la sicurezza dei leader di 40 paesi (più il segretario dell'Onu Kofi Annan, il presidente della Commissione europea Romano Prodi e il presidente della Convenzione europea Giscard d'Estaing) impegnati in un vertice europeo e soprattutto nella storica cerimonia della firma dei trattati di adesione all'Ue di 10 nuovi stati membri.

La firma avverrà oggi alle 15.15 (le 14.15 in Italia) nel cuore di Atene ai piedi dell'Acropoli: i leader si troveranno alla Stoà di Attalo, un edificio ricostruito da archeologi americani negli anni cinquanta, originariamente eretto nel II secolo a.C da Attalo, re di Pergamo.

A causa dello spazio insufficiente, ogni paese sarà rappresentato da una delegazione di cinque persone, compreso il capo di stato o di governo, con la sola eccezione della Francia che avrà sei persone a causa della sua particolare forma di governo.

Ogni leader pronuncerà un discorso di tre minuti nella sua lingua.

La cerimonia sarà aperta dal premier greco Costas Simitis, in qualità di presidente di turno dell'Ue, e sarà chiusa da Prodi.

Quindi ci sarà la 'foto di famiglià della nuova Europa a 25: i leader avranno come sfondo la riproduzione del simbolo della presidenza greca, la "rondine della primavera" tratta da un antico affresco di Santorini.
Nonostante i 2.500 giornalisti presenti, alla cerimonia assisteranno solo le telecamere della tv pubblica greca Ert e qualche fotografo ufficiale.
Tutti i monumenti del centro di Atene, Partenone compreso, saranno chiusi ai visitatori.
 
Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia